Archivi categoria: Il Guardiano dei Coccodrilli

La mia recensione di “Last Known Alive – Libro Secondo” (Rambo Year One – parte 7) di Wallace Lee

Ci risiamo e, con dispiacere, per l’ultima volta. Ho letto in anteprima Last Known Alive – Libro II di Wallace Lee, il capitolo finale di Rambo Year One, una saga straordinaria che ci tiene compagnia dal 2012 e, come ormai sanno bene tutti quelli che leggono questo blog, non posso non fare una recensione di un libro (ma in realtà di una serie intera), che mi ha conquistato pagina dopo pagina.

Continua a leggere La mia recensione di “Last Known Alive – Libro Secondo” (Rambo Year One – parte 7) di Wallace Lee

La paranza dei buonisti | Il Terzo Segreto di Satira | Recensione

il guardiano di coccodrilliConosco e seguo Il Terzo Segreto di Satira ormai da anni, senza però mai averne parlato su questo blog. Sono pazzo dei loro video su YouTube, come Il Dalemiano o i vari episodi dedicati alle primarie del PD. Sono anche stato uno degli spettatori che è andato a vedere Si muore tutti democristiani, rimanendone affascinato. Ecco che quindi, con l’uscita del loro libro La Paranza dei Buonisti, non potevo esimermi dal leggerlo e dallo scriverne anche una recensione. Buonista quanto basta.

Continua a leggere La paranza dei buonisti | Il Terzo Segreto di Satira | Recensione

La mia recensione di “Last Known Alive – Libro Primo” (Rambo Year One – parte 6) di Wallace Lee

Rambo Year One ci tiene compagnia ormai dal 2012 e, col magone, stiamo giungendo alle note finali di una saga che definire straordinaria è dir poco: ho letto in anteprima il libro primo di Last Known Alive, ossia il sesto e penultimo capitolo della serie ideata da Wallace Lee (che uscirà nel corso del 2020), oggetto di questa recensione.
Continua a leggere La mia recensione di “Last Known Alive – Libro Primo” (Rambo Year One – parte 6) di Wallace Lee

Ricordo benissimo come fu che cessai di dipingere, ovvero l’incipit perfetto de ‘La noia’ di Alberto Moravia

“Ricordo benissimo come fu che cessai di dipingere” è forse una delle maniere più emblematiche di cominciare un libro. Un incipit stridente, che ben anticipa in maniera sintetica il fulcro di un romanzo esistenzialista che, come pochi altri, riesce a comunicare quel sentimento di impotenza nei confronti di un mondo le cui regole non abbiamo certo scritto noi. Continua a leggere Ricordo benissimo come fu che cessai di dipingere, ovvero l’incipit perfetto de ‘La noia’ di Alberto Moravia

Lilith di Luca Enoch | Fumetti Bonelli | Recensione

il guardiano di coccodrilliDopo aver letto il graphic novel di Dragonero, ho deciso di mettermi un po’ in pari con il mondo del fumetto, cercando qualcosa da leggere che potesse appassionarmi. E, dopo aver vagliato diversi fumetti come Red Sonja Sheena della Dynamite Entertainment, sono tornato sui miei passi, per prendere in mano un un’altra opera firmata Luca Enoch ed edita dalla Sergio Bonelli: Lilith. Parto dicendo che la scelta è stata subito azzeccata e, sin dalle prime pagine, sono riuscito a divorare l’intera serie, completamente catturato dalla storia.

Partiamo dal principio. Lilith è stato un semestrale uscito tra il 2008 e il 2017. I disegni del buon Luca Enoch sono originalissimi, molto accurati, dal tratto realistico. Ci si cala sin da subito nella vicenda e si impara molto sul passato della protagonista tramite una serie di flashback ricorrenti nel corso di tutta la serie. Continua a leggere Lilith di Luca Enoch | Fumetti Bonelli | Recensione

Teoria della Classe Disagiata di Raffaele Alberto Ventura | Recensione

il guardiano di coccodrilliParlare di un testo di saggistica complesso come la Teoria della Classe Disagiata di Raffaele Alberto Ventura non è semplice. Tuttavia, mi sento di fare una recensione a questo libro, da una parte osannato dalla critica e dall’altra preso di mira. Continua a leggere Teoria della Classe Disagiata di Raffaele Alberto Ventura | Recensione

Spider-man di Peter David

Spider-Man di Peter David è un libro che t’aspetti, un omaggio a un personaggio importante e difficile come l’Arrampicamuri, a ciò che ha rappresentato nel mondo dei fumetti prima, e del cinema poi. Se poi aggiungiamo qualche giusta apparizione nei cartoni animati e nei videogiochi (Marvel Super Heroes è uno dei miei must su PlayStation, mentre lo Spider-Man del 2000 firmato Activision lo è stato su PC), la zuppa per nostalgici è pronta. Continua a leggere Spider-man di Peter David