Archivi tag: italia

Milano tra moschee e templi di Scientology

scientology

[Caffè News] Se una comunità d’una religione storica come l’Islam volesse smettere di pregare in mezzo alla strada e costruire una moschea su territorio italiano, arriverebbero puntuali le prese di posizione di omini verdi o tricolori che, all’ombra di una croce spesso ignorata, lancerebbero urla e anatemi minacciando di darsi fuoco per protesta contro il pericolo musulmano. Continua a leggere Milano tra moschee e templi di Scientology

Pastette e trimestri

di biagio

[Caffè News] Non mi piace pensare alle pastette. E, sebbene Portogallo e Svezia si siano tranquillizzate dopo il pareggio scandinavo, non attaccando e facendo soltanto noiosissimi passaggi, non riesco a pensare che sia il solo motivo dell’eliminazione italiana agli Europei Under-21.

Perché noi italiani, rispetto a questa eliminazione, ci comportiamo come quei ragazzini che, a scuola, fanno gli svogliati per un anno intero e poi cercano di recuperare tutto in un colpo, all’ultimo trimestre (a proposito, ci sono ancora i trimestri?). Se poi ci scappa la bocciatura, però, è sempre colpa degli altri. Continua a leggere Pastette e trimestri

Quei tentativi flop di rifare il Partito Repubblicano

republican-party-it[1]

[Caffè News] L’articolo sulla possibile rinascita di un Partito Repubblicano pubblicato qualche giorno fa da Luca Scialò [QUI] mi ha fatto tornare in mente qualche vecchio tentativo (fallito) di rifarlo, il Partito Repubblicano. Con tanto di elefantino nel simbolo.

Elezioni Europee 1999. La destra era già stata sdoganata e Gianfranco Fini tentò per la prima volta di chiudere l’esperienza post-fascista e creare un partito liberaldemocratico di centro-destra. A venirgli incontro fu Mariotto Segni, figlio di Antonio, ex democristiano che aveva tentennato un po’ tra destra e sinistra. Continua a leggere Quei tentativi flop di rifare il Partito Repubblicano

Un’idea di multiculturalismo

multi[1]Non condivido granché dell’analisi dell’amico vice-direttore Giuseppe Casillo, se non una questione di fondo. Abbiamo un’idea sbagliata di multiculturalismo. È su questo che vado a disquisire di seguito, più che sulla gestione del traffico di migranti.

Anche se mi preme sottolineare due cose. Innanzitutto come l’Australia, un paese con un traffico di migranti clandestini praticamente minimo rispetto al nostro spenda cifre da capogiro per combattere tale traffico. Se lo può permettere, anche per via di una posizione geografica favorevole. Continua a leggere Un’idea di multiculturalismo

Perché in Italia serve un centrodestra valido

bandiere.pdl_.forza_.italia-600x3001[1]

[Caffè News] Il fatto che chi scriva sia notoriamente un simpatizzante del centrosinistra non deve scandalizzare più di tanto. Da sostenitore della forma di governo democratica (teoricamente non la migliore in assoluto, ma certamente il top in quanto a realizzabilità), infatti, non sono tanto preoccupato per un Pd che si attesti su livelli altissimi, quanto piuttosto per il pesante distacco nei confronti degli altri.

Alla base del sistema democratico, infatti, c’è la teoria dell’alternanza di governo, tipica di tante democrazie più mature della nostra (Francia, Stati Uniti, Regno Unito…) ma che da noi stenta a prendere piede. Abbiamo avuto quarant’anni di governo che, con coalizioni più o meno ristrette, ha sempre avuto il proprio perno nella Democrazia Cristiana. Poi è venuto il maggioritario, le coalizioni, Prodi e Berlusconi, l’alternanza di governo. Dal 1994 al 2006, centro-destra e centro-sinistra sembrano doversi finalmente succedere in una seria infinita. Continua a leggere Perché in Italia serve un centrodestra valido

Qui, una volta, era tutta campagna. Una storia del Matese

[Caffè News] Le cime del Matese, punte d’una gigantesca corona, attorniavano la Valle del Titerno. La Leonessa, un mite animale domato dal tempo e frustato nell’anima, faceva da attonita spettatrice al teatro di Monte Coppe. Più volte lo aveva visto devastato. Ella stava lì, con l’anima scavata da una dedica a San Michele Arcangelo. Lui, generale degli angeli che tanto aveva potuto contro il demonio ma che nulla era riuscito a fare per bloccare i passi di chi, vestito di cattive intenzioni, si accingeva  indisturbato ad avventurarsi nei dintorni. Continua a leggere Qui, una volta, era tutta campagna. Una storia del Matese

Nous sommes tous enfants de la même mer

[Caffè News] Il titolo è mutuato da “Che il Mediterraneo sia”,  pezzo di Eugenio Bennato che gioca sull’assonanza francese di “mer” (mare) e “mère” (madre). Dopo pochi giorni un secondo barcone riversa cadaveri nel Mediterraneo, nostro grande mare\madre che con le sue acque bacia le terre di tre continenti. Continua a leggere Nous sommes tous enfants de la même mer

Mozzarella e carcasse di bufale

[Caffè News] I dibattiti che sono riusciti a fare (finalmente, anche se forse senza ancora la giusta incisività) della Terra dei Fuochi una tragedia nazionale hanno messo in risalto come ad essere danneggiate dai roghi tossici non siano soltanto le popolazioni delle zone interessate ma, per via dell’inquinamento del terreno, il caso sia di portata generale. Continua a leggere Mozzarella e carcasse di bufale