Archivi tag: umberto del basso de caro

Regionali 2015, non lasciate da solo il Sannio!

cozzolinodeluca[1]

[Sannio Week] Eccoci. Il Partito Democratico (o il centro-sinistra, fate voi) ha deciso. Si vota per le primarie il 22 febbraio. I candidati, alla fine, sono “solo” cinque: Andrea Cozzolino (bassoliniano, Pd), Vincenzo De Luca (sindaco di Salerno, Pd), Marco Di Lello (deputato e coordinatore nazionale del Partito Socialista Italiano), Nello Di Nardo (ex senatore dell’Italia dei Valori) e Gennaro Migliore (renziano ex Sel). Lascia la lettiana Angelica Saggese. Peccato.

Da Sel un silenzio agghiacciante. Dal Nuovo Centrodestra si alza la voce di Nunzia De Girolamo, che chiede un chiarimento con Matteo Renzi. In due punti, l’ex Ministro dell’Agricoltura vorrebbe la ricostruzione del centro-destra e una chiara posizione di Ncd. Il partito del quale è parte, secondo donna Nunzia, dovrebbe evitare alleanze a macchia di leopardo, scegliendo una volta per tutte in quale schieramento stare. Poi, alla fine, qualunque esso sia va bene lo stesso. Continua a leggere Regionali 2015, non lasciate da solo il Sannio!

Vengo dopo il Pci – Il primo partito d’Europa

[Caffè News] Ottenuta la fiducia, il Governo di Matteo Renzi si ritrova immediatamente a fare i conti con una serie di polemiche dovute alla gestione della successione a Letta (il quale, durante la cerimonia della campanella, si mostrerà gelido e distaccato nei confronti del neo-premier). Ma la composizione del governo sarà ragione di dibattito pubblico, soprattutto per quanto riguarda la presenza di alcuni indagati e, soprattutto, di Federica Guidi. Costei, nominata Ministro dello Sviluppo Economico è infatti da sempre notoriamente vicina a Berlusconi. Stefano Fassina commenta come “inopportuna” la sua presenza, tirando in ballo il conflitto d’interesse. La Guidi risponde alle polemiche dimettendosi dagli incarichi operativi ricoperti in tutte le aziende di famiglia. Continua a leggere Vengo dopo il Pci – Il primo partito d’Europa

Primarie Pd Regionali 2015, la fonderia senza idee del Partito Democratico campano

23desk-intervista-migliore[1]

[Sannio Week] Ancora giallo sulle primarie Pd. Rinviate dal 14 dicembre all’11 gennaio e poi al primo febbraio, ora rischiano di saltare definitivamente.

Non certo per colpa dei nomi in campo: il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, l’europarlamentare bassoliniano Andrea Cozzolino e l’outsider lettiana Angelica Saggese. Dagli esponenti renziani era invece venuto un silenzio fragoroso. Continua a leggere Primarie Pd Regionali 2015, la fonderia senza idee del Partito Democratico campano

Regionali 2015, dubbi e veleni nel centrodestra come nel centrosinistra

stefano-caldoro-04[1]

[Sannio Week] Le alleanze sono salde. Lo ha dichiarato il governatore Caldoro al convegno “Alleanze per lo sviluppo – Oltre la Marginalità”, organizzato dall’associazione presieduta da Pasquale Viespoli, Mezzogiorno Nazionale. Non sono mancate però le stoccate al Nuovo Centro Destra e a Nunzia De Girolamo, assente al convegno perché impegnata in Parlamento con i lavori del Jobs Act. Ma le alleanze sono salde, parola di Caldoro. Forse. Continua a leggere Regionali 2015, dubbi e veleni nel centrodestra come nel centrosinistra

Del Basso De Caro candidato governatore?

udbdc

[Sannio Week] Si avvicina l’estate e la politica si prende una pausa, tra yacht e ombrelloni, cocktail e sdraio. Ebbene, da Salerno rimbalza una notiziola da prendere con le pinze, ma che appare verosimile e che nei prossimi mesi potrebbe trovare ulteriore conferma: Umberto Del Basso De Caro potrebbe essere il prossimo candidato governatore della Regione Campania.

Stupiti? Non più di tanto.

Nel 2015 si andrà al rinnovo del Consiglio Regionale, del quale lo stesso Del Basso De Caro è stato membro, prima di essere eletto a Montecitorio. Come sono andate le cose, lo sanno ormai tutti. Praticamente intoccato dalle vicende sanitarie coinvolgenti l’ex Ministro Nunzia De Girolamo ed indagato per truffa e peculato nella Rimborsopoli campana, col governo Renzi gli è stato affidato addirittura un sottosegretariato, alle Infrastrutture e Trasporti. Un’escalation di successi. Continua a leggere Del Basso De Caro candidato governatore?

Europee 2014, 12.430 voti non bastano a Mastella

mastella[Sannio Week] Con il Pd che dilaga alle Europee con oltre il 40% dei consensi, ricorre il facile paragone con le percentuali della Democrazia Cristiana d’un tempo. Non fosse altro che un signore di Ceppaloni, che della Balena Bianca fu esponente, pare non averne tratto troppo giovamento. Continua a leggere Europee 2014, 12.430 voti non bastano a Mastella

Europee 2014, testa a testa tra Pse e Ppe

pittella

[Sannio Week] Il Sannio ha incontrato il vice-presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella (lista Pd-Pse), che godrà quindi dell’endorsement dei dem beneventani in vista delle elezioni europee del prossimo 25 maggio. Pittella, già in corsa come segretario nell’ultimo congresso del Partito Democratico (quello che ha decretato la vittoria di Matteo Renzi) e ora tra i papabili per la presidenza dello stesso Parlamento di Strasburgo, ha tenuto nella giornata del 4 maggio un breve tour in diversi comuni (ad esempio Telese Terme e Frasso Telesino). Accompagnato dal segretario provinciale Erasmo Mortaruolo e dal sottosegretario alle infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, ha infine fatto tappa nel capoluogo sannita, nella sede di Futuridea. Continua a leggere Europee 2014, testa a testa tra Pse e Ppe

Raddoppio Telesina, era fatta

caldoro stefano

[Sannio Week] Qualche tempo fa vi avevamo parlato del raddoppio della SS Telesina con un titolo che, col senno di poi, sembra avere del profetico. Scrivemmo infatti, senza temere di passare per disfattisti un “Raddoppio Telesina, è fatta?”.

Parlammo poi di questa strada, essenziale per tanti cittadini del Sannio e del Casertano che la utilizzano quotidianamente. Parlammo del bisogno di interventi per smaltire il traffico abnorme che la occupa, soprattutto per quanto riguarda i mezzi pesanti. E, infine, parlammo del necessario raddoppio della carreggiata e di quella battaglia che Nunzia De Girolamo aveva portato avanti. Continua a leggere Raddoppio Telesina, era fatta

Fin dove si spingerà l’esperimento cinquestelle?

[Sannio Week] Mentre Del Basso De Caro fa sapere la sua nei confronti della legge elettorale considerandola un “mini porcellum”, a Benevento vedremo presto sull’argomento un’iniziativa dei parlamentari del Movimento 5 Stelle. Il 2 marzo 2014 ci sarà un incontro tra cittadini e parlamentari pentastellati proprio nel capoluogo sannita, dove gli elettori potranno far sentire la propria voce portando all’attenzione le proprie istanze tramite un sistema di invio di richieste al circolo “Sannio a 5 stelle”.

È questa l’esperienza del Movimento 5 Stelle che fa ben sperare: il vedere forme di partecipazione popolare che altrove persistono in forme larvate o che addirittura soccombono. E stavolta non c’è nemmeno troppo la trappola del web. Con eventi simili, il movimento di Grillo dimostra di non essere poi così tanto un partito liquido e di poter arrivare ad un radicamento sul territorio che finora sembra essere sempre mancato. Continua a leggere Fin dove si spingerà l’esperimento cinquestelle?

Le sorti del governo passano sempre da Benevento

 [Caffè News] Benvenuti a Benevento, Sannio, Campania, Italia. La città dell’arco di Traiano, della Chiesa di Santa Sofia, dei sette papi. Ma anche quella da cui passano le sorti del governo. Perché è così, perché noi beneventani abbiamo la tendenza all’inciucio. O forse perché il fato, beffardo, sapendo di non poterci restituire la storica autonomia del nostro ducato, si diverte a farci distruggere quella dell’intera nazione di cui ora siamo parte.

E sì, cari miei. Perché noi beneventani, da qualche anno, coi nostri rappresentanti politici ci divertiamo a mettere in crisi, in un modo o nell’altro, le istituzioni repubblicane.

Non ci credete? Non ricordate? Non vi preoccupate! Andiamo a rinfrescarvi un po’ la memoria con qualche ricordo non troppo sbiadito.

C’era una volta un signore di Ceppaloni, tal Clemente Mastella. Democristiano di ampie vedute, che dopo i funerali della balena bianca si accasò sotto la vela del Ccd. Ne uscì per fondare il Cdr, poi Udr, infine Udeur. Fu Ministro del Lavoro nel primo governo Berlusconi. Nel 1998 passò invece a sinistra, permettendo la formazione del Governo D’Alema sostituendo Rifondazione nella maggioranza parlamentare. Continua a leggere Le sorti del governo passano sempre da Benevento