Archivi tag: matteo salvini

Europee 2019, perché il vero vincitore è Berlusconi e non Salvini

Le elezioni europee sono una delle consultazioni elettorali più importanti ma al contempo difficili da interpretare. Anche perché i dati, molto spesso, vanno considerati in maniera continentale e non – come fanno gran parte dei nostri politici – in maniera esclusivamente nazionale.

Continua a leggere Europee 2019, perché il vero vincitore è Berlusconi e non Salvini

Il piano B ci darà un governo? Riflessioni sul confronto PD-M5S

L’incarico esplorativo che il Presidente della Repubblica ha affidato Roberto Fico sta scoppiando come una bomba nel già ridotto a brandelli panorama politico nazionale. Una bomba che, se tutto va bene, restituirà un governo al paese. Una bomba che, se va male, sarà il preludio per un non indolore ritorno alle urne. Continua a leggere Il piano B ci darà un governo? Riflessioni sul confronto PD-M5S

Salvini o Di Maio? A chi spetta il ruolo di Presidente del Consiglio?

I risultati delle elezioni 2018 sono stati stupefacenti, ma non più di tanto. Se è vero che sì, sono stati presi a schiaffi sia Renzi che Berlusconi (e non parliamo del grande calcio nel sedere rifilato a Liberi e Uguali), è anche chiaro che i vincitori-ancoranonvincitori sono due: Matteo Salvini e la sua Lega, Luigi Di Maio e il suo Movimento Cinque Stelle. Continua a leggere Salvini o Di Maio? A chi spetta il ruolo di Presidente del Consiglio?

Le Le Pen sono fiammelle di paglia

marion le pen

quadrifoglio miniIn Francia non ha vinto Le Pen, come hanno cercato di farci credere per una settimana. Le regioni sono state conquistate dal centro-destra di Sarkozy o dal PS di Valls-Cambadélis-Hollande. Il Front National, pur essendo il primo partito, non ha vinto in nessuna regione. Magie del doppio turno. Continua a leggere Le Le Pen sono fiammelle di paglia

Guarda come ti distruggo Forza Italia (e i moderati d’ogni sorta)

renzi

[Caffè News] Sulle riforme istituzionali Renzi, come al solito, fa il botto. E lo fa ottenendo il massimo risultato col minimo sforzo. Tiene dentro la sinistra Pd e Area Popolare. E poi sottrae pezzi a Berlusconi. Una mossa magistrale.

Il premier fiorentino ha perso soltanto Nunzia De Girolamo che, mai convinta del tutto da Ncd, è tornata definitivamente alla casa paterna.

Il commento più arguto riguardo alla strategia politica del Presidente del Consiglio, però, arriva dal direttore dell’Avanti Mauro Del Bue, che in un suo editoriale dichiara l’inutilità di Verdini e dei moderati, che si avviano alla loro morte politica Continua a leggere Guarda come ti distruggo Forza Italia (e i moderati d’ogni sorta)

Salvini vota no alla ripartizione dei profughi e dà la colpa all’Europa

salvini_grande

[Caffè News] C’è un signore che dovrebbe stare nell’aula del Parlamento Europeo, ma che invece lo ritrovo sempre in televisione. E da lì grida e sbuffa, blatera di ruspe e campi rom, di ebola e di buonismo.

Questo signore ce l’ha a morte con chi ha la pelle di un altro colore e anche con chi abita a Sud della Pianura Padana. Ultimamente, però, tende a tener nascosto quest’ultimo dettaglio, dato che ha scoperto che anche quelli che vivono a Sud della Pianura Padana hanno diritto di voto. E quindi li aizza contro gli immigrati d’ogni genere e tipo. Quelli, dice, devono andare via dall’Italia, rimanere a casa loro. Tutta colpa dell’Europa che non alza un dito. Continua a leggere Salvini vota no alla ripartizione dei profughi e dà la colpa all’Europa

La rinascita del centro-destra e il declino grillino

cd-lega

[Caffè News] Matteo Renzi lo aveva dato per morto. E invece no. Il centro-destra sta bene, e gode di ottima salute. Dopo aver preso, strappato, la Liguria al Pd, è toccato anche a Venezia e alla città di Maria Elena Boschi, Arezzo. Una fenice che rinasce dalle ceneri, appoggiandosi sulle stampelle del neo-populismo di Salvini e Meloni. Dimostrando che dove si corre uniti si vince, grazie anche agli scandali del Pd capitolino.

E poi c’è chi non dovrebbe avere niente da festeggiare. Continua a leggere La rinascita del centro-destra e il declino grillino

Nous sommes Matteo

matteo-1000x484[1]

[Caffè News] Altro che Je suis Charlie, io direi che Nous sommes Matteo.Poi sta a voi scegliere quale, a seconda delle vostre tendenze socio-politico-culturali. C’è la busta numero uno, la busta numero due e la busta numero trè. L’importante è coincidere col leader dal nome più in voga nei palazzi del potere d’Italia. Perché, grosso modo e nonostante tutti non facciamo che lamentarci, tra governanti e governati c’è sempre coincidenza. Perlomeno di stile. Continua a leggere Nous sommes Matteo

Che aria tira nel centro-destra?

bandiere-forza-italia-lega-599x275[1]

[Caffè News] Lo dicevamo già qualche mese fa: in Italia serve un centrodestra valido, che mantenga in vita il bipolarismo ponendosi come principale alternativa di governo al centrosinistra di Renzi [vedi QUI].

E se a lanciare l’allarme è anche Europa [QUI], quotidiano del Pd appena salvato e rilanciato da quelli del Nazareno, c’è veramente da preoccuparsi.

Il premio di maggioranza al partito previsto dall’Italicum, scrive Franco Monaco, rischia di distruggere le coalizioni regalando il governo a Renzi e al Pd. Nei secoli dei secoli. Amen? Continua a leggere Che aria tira nel centro-destra?

Che beffa la destra che rinasce dalla Lega

salvini-150x150[1][Caffè News] Matteo Salvini aveva annunciato di voler creare una “Lega dei popoli”, che unisse alla Lega Nord un movimento politico da radicare nel centro-sud. Ma l’Huffington Post [QUI] ci rende edotti su quanto il segretario del Carroccio stia per fare: mettere da parte leghe e legarelle e farsi un partito nuovo, a proprio nome. Forte del consenso creato un po’ ovunque grazie a un populismo spicciolo (che infatti sta rubando sempre più sostenitori a Grillo e al Movimento 5 Stelle), vorrebbe nascondere sotto il tappeto le istanze nordiste e unire lo Stivale su tesi simili a quelle del Front National di Marine Le Pen, con la quale c’è già intesa all’europarlamento. Il tracollo di Forza Italia lo sta aiutando a fare il resto. Insomma, la destra dovrà subire la beffa di rinascere dalla Lega. Da quella Lega “costola della sinistra” e da quella Lega che rigettava allegramente i valori nazionali che furono della destra del Movimento Sociale Italiano.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/politica/60680/che-beffa-la-destra-che-rinasce-dalla-lega/#sthash.9oUGArTw.dpuf