Lascia un commento

Hollande giù nei sondaggi si prepara alle presidenziali

EL PRESIDENTE FRANCÉS, FRANÇOIS HOLLANDE, VISITA LA ESCUELA DE INGENIERÍA AERONÁUTICA

avantiNon c’erano dubbi a riguardo, ma François Hollande è uscito finalmente allo scoperto, rivelando che l’anno prossimo correrà nuovamente per la poltrona presidenziale. E questo nonostante i sondaggi, che lo danno già per sicuro sconfitto in virtù della forte impopolarità di cui il Presidente godrebbe.

Ma la sua linea è dura ed è ormai chiara la sua intenzione di condurre una campagna elettorale forte ed inflessibile, che non lasci “che l’immagine della Francia, lo splendore della Francia, l’influenza della Francia si deteriorino nei prossimi mesi o negli anni a venire”. La sua è una chiamata alla coesione nazionale, a quel patriottismo di cui è vestito tutto l’arco costituzionale d’oltralpe. E, soprattutto, ad uscire dal gioco al suicidio a cui la sinistra francese sta giocando da tempo. Il Partito Socialista è diviso e non riesce a ritrovare l’unità, tra l’isolamento in cui è stato relegato il presidente e le lotte intestine tra le fazioni più liberali e quelle di sinistra-sinistra. Le Monde ha recentemente contato almeno sette correnti interne al PS, tra quelle che minacciano la scissione e quelle che chiedono ascolto e tentano di imporre condizioni.

E in questo gioco si inserisce anche Valls che chiede di non sottovalutare il “momento storico” rappresentato dalle prossime elezioni. Il capo del governo chiede che la sinistra si saldi per evitare la vittoria della destra, non importa se quella estrema o quella dura. Sempre destra è.

Tutto sta a ricompattare i ranghi, a fare in modo di richiudere le ferite che negli ultimi quattro anni si sono rincorse senza tregua, non ultime quelle sulla Loi Travail, il Jobs Act d’oltralpe.

Tanto è vero che Hollande cerca di far numero nella lotta a Nicolas Sarkozy, contro cui si ritroverà probabilmente a combattere. “I leader della destra – ha detto – pensano di aver già raggiunto il potere, ma non si rendono conto che sono i francesi che firmeranno il fondo della pagina”. E, infine, uno sguardo al terrorismo: “Questa lotta è la ragione del mio impegno”.

Questi due, quindi, i fattori d’aggregazione. Lotta alla destra e lotta al terrorismo. Riuscirà la litigiosissima sinistra a farseli bastare?

Giuseppe Guarino

pubblicato su Avanti! il 13 settembre 2016: http://www.avantionline.it/2016/09/hollande-in-crsi-nei-sondaggi-si-prepara-per-le-presidenziali/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: