Archivi tag: udc

Ricominciamo dal successo

Alla festa dell’Italia dei Valori di Vasto hanno partecipato i tre moschettieri del centrosinistra, Di Pietro, Vendola e Bersani. Si parla di ricostruire un nuovo Ulivo, si parla del centrosinistra che verrà. Ma forse è più semplice partire dalle recenti vittorie piuttosto che dagli antichi e ancora brucianti fallimenti. Continua a leggere Ricominciamo dal successo

Al referendum c’è anche un fronte del “no”, non solo il fronte del “non voto”

E’ Benedetto Della Vedova, ex radicale ed ora membro di Futuro e Libertà, a lanciare l’appello. E lo fa alla radio del movimento di Marco Pannella, dove dice che “la vera indicazione di voto di FLI è andare a votare”. Sembra un paradosso, perché d’altronde Andrea Ronchi, al cui decreto si vorrebbe rimediare con il referendum, è uno degli esponenti più di spicco del partito finiano. Continua a leggere Al referendum c’è anche un fronte del “no”, non solo il fronte del “non voto”

Le contraddizioni del terzo polo

Non poteva durare la “casa dei moderati”, e per tanti motivi. Sarebbe stato un bel progetto, una alternativa credibile per chi era troppo moderato (o pieno di buon senso) per stare col Pd o troppo onesto per stare con il Pdl. Né Pd né Pdl, ma Polo della Nazione. Continua a leggere Le contraddizioni del terzo polo

I rischi dell’estremismo moderato: cambia il padrone, non cambia lo schiavo

Nell’Italia degli anni ’70, dilaniata da un terrorismo e da un connotazionismo ancora forte e reale, si pensò bene di salvare la democrazia italiana tramite la strategia del compromesso storico. Oggi, a quasi quarant’anni di distanza, la democrazia subisce nuovi attacchi e nuovi colpi. A metterla in pericolo non sono più i gruppi armati degli opposti estremismi, né extraparlamentarismo o associazionismo. Oggi a mettere in pericolo la democrazia sono i suoi stessi rappresentanti, coloro che dovrebbero garantirla, coloro che si pongono simbolicamente a sua difesa. Continua a leggere I rischi dell’estremismo moderato: cambia il padrone, non cambia lo schiavo

Il ribaltone è un rovesciamento della democrazia, ma anche la legge elettorale

Le dichiarazioni di Berlusconi sulla possibilità che se si dovesse formare una nuova maggioranza parlamentare, capace di sfiduciare l’attuale esecutivo e rimpiazzarlo con uno nuovo (tecnico magari), la dipingono come un rovesciamento della democrazia. C’è da obiettare su questo punto, perché l’amico Silvio si dimentica del fatto che il Presidente del Consiglio ed il Governo non sono eletti direttamente dal popolo, ma sono frutto di una scelta del Presidente della Repubblica in base alla maggioranza presente nelle aule parlamentari (che sono elette dal popolo). Continua a leggere Il ribaltone è un rovesciamento della democrazia, ma anche la legge elettorale

Le porte chiuse dell’UDC

Se, durante il congresso fondativo di Sinistra Ecologia e Libertà, il buon Nichi Vendola aveva lanciato un messaggio distensivo nei confronti dell’UDC, non si è fatta attendere la risposta di Rocco Buttiglione, presidente del partito neodemocristiano. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, ed ecco che Buttiglione accusa il leader di SEL di essere “moralmente sbagliato”, paragonando l’omosessualità all’adulterio e -addirittura- al non pagare le tasse e al non donare soldi ai poveri. Continua a leggere Le porte chiuse dell’UDC

Gli affondi di Di Pietro: programma, alleanze e candidati premier

La Festa democratica di Torino è un ottimo mezzo per acquistare consenso…

…per Di Pietro! Si, perché il leader dell’Italia dei Valori nel confronto del 1 settembre con l’ex Presidente del Senato Franco Marini è stato applauditissimo. Più dello stesso esponente del Pd che è stato più volte fischiato, per via dei continui messaggi d’amore a Ferdinando Casini. Continua a leggere Gli affondi di Di Pietro: programma, alleanze e candidati premier