Archivi tag: tsipras

Portogallo. Il governo Costa ora affronta la Troika

antoniocosta

avanti[Avanti! – 02-12-2015] Dopo le rassicurazioni del neo-premier António Costa sulla volontà di mantenere gli impegni nazionali in sede europea, il Portogallo socialista si troverà ad affrontare la prova della Troika.

Ricapitolando le vicende dello Stato lusitano, nel 2008 Lisbona si ritrovò ad affrontare la crisi con un debito relativamente modesto e una spesa pubblica contenuta. Le pressioni speculative, tuttavia, portarono alle stelle il costo del denaro, facendo slittare il Paese fin sull’orlo del fallimento. L’intervento di Commissione Europea, FMI e BCE, con un prestito di circa 83 miliardi di euro, è riuscito a evitare tale situazione, imponendo però il regime di austerità. Dal 2011, il Portogallo ha quindi effettuato vistosi tagli alla spesa pubblica, soprattutto nei settori dell’istruzione e della sanità. Non solo, le misure hanno riguardato anche riduzioni di stipendi e pensioni e un forte incremento delle tasse Continua a leggere Portogallo. Il governo Costa ora affronta la Troika

Chi ha ucciso il centrosinistra?

vendola

[Caffè News] Fa sorridere l’ultima affermazione al veleno di Nichi Vendola: “Renzi ha ucciso il centrosinistra”. Il leader di Sel prende le distanze dal Pd che, dice, “non è il nostro destino”. [Fonte: QUI]

Al di là delle scelte puramente tattiche ma ambigue (nello stesso comunicato l’ex presidente pugliese dice anche che il Pd “dove possibile sarà un alleato ma dove non è possibile sarà un avversario”), resta una domanda di fondo: chi ha ucciso il centrosinistra? Renzi o proprio la tanto perfetta “sinistra radicale”?

Facciamo un passo indietro. Continua a leggere Chi ha ucciso il centrosinistra?

Stavolta Tsipras ha vinto davvero

tsipras_ok

[Caffè News] Alexis Tsipras non mi è mai stato particolarmente simpatico. Non mi è piaciuto lo Tsipras delle Europee 2014, né quello delle elezioni politiche greche del 25 gennaio 2015. Non mi è piaciuto lo Tsipras populista del referendum né quello anti-decisionista dei giorni delle trattative. Quindi, di riflesso, non mi piace molto nemmeno lo Tsipras che torna ad essere premier della Grecia.

Ma questa nuova vittoria, non celebrata dalle bandiere rosse della sinistra massimalista italiana né dagli OXI del popolo web, offre qualche spunto di riflessione. Continua a leggere Stavolta Tsipras ha vinto davvero

Uno sguardo ai risultati delle Europee

renzi-pes[1][Caffè News] Il Partito Democratico è il primo partito di questo paese. Ma anche d’Europa. L’Italia ha deciso e, così, vede per la prima volta un largo consenso nei confronti di una forza politica. Un consenso che non si vedeva dai tempi di De Gasperi.

Male il Movimento 5 Stelle che, pur confermandosi sulle stesse percentuali delle politiche, in realtà perde circa un mezzo dei voti. Berlusconi stavolta conferma i sondaggi, anche se c’è da dire che considerando gli alleati di coalizione certi o ipotetici (Lega, Fratelli d’Italia, ma anche Ncd e Udc) starebbe ampiamente sopra il 20% e probabilmente riuscirebbe a superare i pentastellati senza difficoltà (pertanto l’Italicum probabilmente non salterà). Continua a leggere Uno sguardo ai risultati delle Europee

I simboli per le Europee tra scelte e slogan

simboli[Sannio Week] Il Viminale comincia a riempirsi di simboli: ne vediamo di nuovi, di vecchi, di editi e inediti. Quasi tutti hanno subito un restyling che li adatti a presentarsi sulle schede elettorali per il rinnovo del Parlamento Europeo. Parliamo dei partiti maggiori, tra i quali il Movimento 5 Stelle è l’unico a non aver rinnovato il proprio contrassegno.

Si tinge invece di rosso la parte inferiore del simbolo del Pd che, dopo l’entrata nel Pse, richiama proprio la famiglia europea. Non appaiono rose (che però non sono più simbolo del Pse da diversi anni) né riferimenti al piccolo Psi, che presenterà i propri candidati all’interno delle liste dei Dem. Continua a leggere I simboli per le Europee tra scelte e slogan