Archivi tag: salerno

La strage di tartarughe è l’immagine di un popolo

caretta

[Caffè News] A Eboli nidificano le tartarughe marine e la gente che fa? Gioca con i piccoli appena nati, catturandoli con i secchielli, magari pensando di portarseli a casa. Lì potrà divertirsi ad osservarli per qualche giorno, fino a farne diventare morbido il carapace e poi, infine, seppellirli in giardino o gettarli nel water. Liberandoli.

Come con un vecchio souvenir, come se fosse un piccolo giocattolo rotto. Continua a leggere La strage di tartarughe è l’immagine di un popolo

Bollettino letture, febbraio 2015

guardiano_febbraio

gdc_miniAnno 2015. Parte II. Anche febbraio è finito, e con esso sono volate via nuove letture, del genere più vario. Abbiamo un legal thriller dell’autore best seller Michael Connelly, per chi ama perdersi in mezzo ai misteri e alle indagini e ai processi. Viene poi il drammatico racconto di Bobby Sands, martire della lotta nordirlandese contro la Gran Bretagna. E per qualcuno è un martire anche Craxi, morto quindici anni fa ad Hammamet. Io sono andato a leggermi la prima biografia sul vecchio leader del Psi. Poi un mistero della stanza chiusa di Charles Daly King, oramai un classico del giallo. Segue una raccolta di racconti umoristici al femminile, con una buona dose di filosofie e culture orientali. Infine la storia d’un vecchio senatore comunista in carrozzella, con tanto di badante al seguito. Continua a leggere Bollettino letture, febbraio 2015

Regionali 2015, non lasciate da solo il Sannio!

cozzolinodeluca[1]

[Sannio Week] Eccoci. Il Partito Democratico (o il centro-sinistra, fate voi) ha deciso. Si vota per le primarie il 22 febbraio. I candidati, alla fine, sono “solo” cinque: Andrea Cozzolino (bassoliniano, Pd), Vincenzo De Luca (sindaco di Salerno, Pd), Marco Di Lello (deputato e coordinatore nazionale del Partito Socialista Italiano), Nello Di Nardo (ex senatore dell’Italia dei Valori) e Gennaro Migliore (renziano ex Sel). Lascia la lettiana Angelica Saggese. Peccato.

Da Sel un silenzio agghiacciante. Dal Nuovo Centrodestra si alza la voce di Nunzia De Girolamo, che chiede un chiarimento con Matteo Renzi. In due punti, l’ex Ministro dell’Agricoltura vorrebbe la ricostruzione del centro-destra e una chiara posizione di Ncd. Il partito del quale è parte, secondo donna Nunzia, dovrebbe evitare alleanze a macchia di leopardo, scegliendo una volta per tutte in quale schieramento stare. Poi, alla fine, qualunque esso sia va bene lo stesso. Continua a leggere Regionali 2015, non lasciate da solo il Sannio!

Primarie Pd Regionali 2015, in Italia ricercano l’unità, in Campania si scannano senza pietà

23desk-intervista-migliore[1]

[Sannio Week] All’indomani dell’elezione di Mattarella a Presidente della Repubblica, i politici locali si affollano nell’augurare un buon lavoro all’ormai ex giudice costituzionale. Arrivano infatti copiosi i comunicati stampa, tra i quali spiccano quelli del Presidente della Provincia di Benevento, Claudio Ricci, e del primo cittadino del capoluogo, Fausto Pepe.

Si festeggia, dunque, nel centro-sinistra locale. Ma resta la faccenda, sospesa, delle primarie. Continua a leggere Primarie Pd Regionali 2015, in Italia ricercano l’unità, in Campania si scannano senza pietà

Primarie Pd Regionali 2015, la fonderia senza idee del Partito Democratico campano

23desk-intervista-migliore[1]

[Sannio Week] Ancora giallo sulle primarie Pd. Rinviate dal 14 dicembre all’11 gennaio e poi al primo febbraio, ora rischiano di saltare definitivamente.

Non certo per colpa dei nomi in campo: il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, l’europarlamentare bassoliniano Andrea Cozzolino e l’outsider lettiana Angelica Saggese. Dagli esponenti renziani era invece venuto un silenzio fragoroso. Continua a leggere Primarie Pd Regionali 2015, la fonderia senza idee del Partito Democratico campano

Delucanamente parlando….

de-luca-bn

[Sannio Week] Vincenzo De Luca ha visitato Benevento, al bar Massimo 2. Un incontro con imprenditori e professionisti, ma che ha visto le rumorose assenze degli esponenti del Partito Democratico beneventano. All’appello non c’era nessuno dei big.

E sì che De Luca ha parlato di un incontro esterno al mondo della politica, ma il candidato salernitano alle primarie del prossimo 11 gennaio pare aver trovato qualche porta in faccia. O forse non ha nemmeno tentato di bussare. Continua a leggere Delucanamente parlando….

Del Basso De Caro candidato governatore?

udbdc

[Sannio Week] Si avvicina l’estate e la politica si prende una pausa, tra yacht e ombrelloni, cocktail e sdraio. Ebbene, da Salerno rimbalza una notiziola da prendere con le pinze, ma che appare verosimile e che nei prossimi mesi potrebbe trovare ulteriore conferma: Umberto Del Basso De Caro potrebbe essere il prossimo candidato governatore della Regione Campania.

Stupiti? Non più di tanto.

Nel 2015 si andrà al rinnovo del Consiglio Regionale, del quale lo stesso Del Basso De Caro è stato membro, prima di essere eletto a Montecitorio. Come sono andate le cose, lo sanno ormai tutti. Praticamente intoccato dalle vicende sanitarie coinvolgenti l’ex Ministro Nunzia De Girolamo ed indagato per truffa e peculato nella Rimborsopoli campana, col governo Renzi gli è stato affidato addirittura un sottosegretariato, alle Infrastrutture e Trasporti. Un’escalation di successi. Continua a leggere Del Basso De Caro candidato governatore?

Raddoppio Telesina, era fatta

caldoro stefano

[Sannio Week] Qualche tempo fa vi avevamo parlato del raddoppio della SS Telesina con un titolo che, col senno di poi, sembra avere del profetico. Scrivemmo infatti, senza temere di passare per disfattisti un “Raddoppio Telesina, è fatta?”.

Parlammo poi di questa strada, essenziale per tanti cittadini del Sannio e del Casertano che la utilizzano quotidianamente. Parlammo del bisogno di interventi per smaltire il traffico abnorme che la occupa, soprattutto per quanto riguarda i mezzi pesanti. E, infine, parlammo del necessario raddoppio della carreggiata e di quella battaglia che Nunzia De Girolamo aveva portato avanti. Continua a leggere Raddoppio Telesina, era fatta