Archivi tag: Rai

…e la neve cancellò anche i TG – ma la colpa non è sempre della neve

REALTÀ SANNITA – L’emergenza neve ha messo in ginocchio metà del Paese e questa, al di là delle polemiche (spesso meramente politiche) incentrate sulla gestione dell’emergenza, è stata sia un momento difficile per le comunità
locali, che una splendida occasione per godere della visione di paesaggi inediti.
Quindi, se Madre Natura ha saputo regalarci splendide viste candide in luoghi inaspettati quali il Lago di Telese e il Castello baronale di Puglianello, ha anche coniugato tali spettacolari paesaggi a diffusi disagi. Da Cusano Mutri, dove più d’una contrada è  rimasta senza energia elettrica per oltre 36 ore; a San Lupo, dove alimenti e medicinali hanno scarseggiato per un paio di giorni; a Cerreto Sannita, dove la Protezione Civile si è mobilitata al fine di rendere raggiungibili le località più inaccessibili. Continua a leggere …e la neve cancellò anche i TG – ma la colpa non è sempre della neve

Tutti pronti ad emigrare?

Ultima puntata di “Che tempo che fa”, ultima esternazione di Fabio Fazio: “ci rivediamo a settembre, anche se non è importante il dove”.

Cosa sta succedendo alla RAI? Il servizio pubblico è così asservito al potere da esser disposto a rinunciare ad una delle sue più importanti e seguite trasmissioni? Secondo Fazio il contratto doveva essere rinnovato aggiungendo anche il lunedì, ma la posizione ambigua dei vertici di viale Mazzini sembra non aver le idee chiare. Continua a leggere Tutti pronti ad emigrare?

La doppia identità degli italiani

Guardando “Vieni via con me” salta all’occhio come una parte del paese (libera, intelligente e pensante) sia ancora alla ricerca di un ruolo importante, di un salto di qualità della vita del paese. Il salto di qualità, s’intenda, non è certo di livello economico, bensì di livello culturale. La trasmissione di Saviano e Fazio è infatti la risposta a quanti vedono nel doppiogiochismo, nell’arricchimento e nell’egoismo i valori portanti di questa società, adeguandovisi per non soccombere. “Vieni via con me” ha rappresentato l’eccezione, stupenda. Una televisione ragionata, che distoglie per un pò gli sguardi dai casi romanzati di cronaca-fiction e da grandi fratelli dalla pancia gonfia e i seni scoperti, per concentrarsi su qualcosa di serio, che faccia pensare, senza rinunciare ai sorrisi. Continua a leggere La doppia identità degli italiani

Dal bavaglio a Maria Luisa Busi: l’informazione in un paese (quasi) libero

TG“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.”

Così recitano i primi due commi dell’articolo 21 della Costituzione, ma nel nostro paese, che sembra sempre più anormale, sembra che ce ne siamo dimenticati o, meglio, se ne sono dimenticati i nostri amici che passano l’anno nei palazzi di Roma. Si parla di legge bavaglio, di blocco delle autorizzazioni alle intercettazioni. Si parla quindi di scrivere l’articolo 21 su un pezzo di carta, arrotolarlo per bene, sputarvi sopra e poi dargli fuoco. La libertà d’informazione è alquanto in pericolo, lo è ancora di più la giustizia. Continua a leggere Dal bavaglio a Maria Luisa Busi: l’informazione in un paese (quasi) libero