Archivi tag: marco pannella

Scontro Pannella-Bonino, specchio del declino radicale

pannellabonino

[Caffè News] Marco Pannella è un tipo che va osannato o preso a calci nel sedere, senza mezze misure. Líder máximo di un partito al quale dobbiamo dire grazie per le battaglie di civiltà. Che però è quasi scomparso.

Dopo le apparizioni in parlamento nel 2006 (insieme ai socialisti nella Rosa nel Pugno) e nel 2008 (“delegazione radicale” nel Pd), alle politiche 2013 la lista Amnistia Giustizia Libertà raccolse solo lo 0.20%. Su 1000 votanti soltanto 2 votarono radicale: il minimo storico dal 1958 (ne parlammo QUI). Continua a leggere Scontro Pannella-Bonino, specchio del declino radicale

Rosa nel pugno, il ritorno di un simbolo

[Caffè News] In Basilicata rinasce la Rosa Nel Pugno. Uno schieramento laico, socialista e radicale che si presenterà al di fuori delle alleanze e al di fuori degli schemi. E, colpo di scena, candiderà (in fondo lista, eh) anche Marco Pannella ed Emma Bonino (fonte: QUI).

Rinasce un simbolo che è stato storia del Partito Radicale, almeno fino al 1989, quando nacque l’idea del “partito transnazionale” e con essa i Radicali Italiani. Continua a leggere Rosa nel pugno, il ritorno di un simbolo

Governo Letta, le opinioni dei partiti

Contenti, scontenti, depressi, agguerriti ed esultanti. I partiti reagiscono alla Große Koalition italiana che ha avuto come risultante il governo guidato da Enrico Letta.

Da destra a sinistra, passando per i cinque stelle, tante le opinioni espresse dalle compagini politiche dello stivale. Continua a leggere Governo Letta, le opinioni dei partiti

Napolitano bis: ritorno al Quirinale

Da premettere: la delusione per la rielezione di Giorgio Napolitano è simile a quella che sarebbe senz’altro seguita ad una elezione di Franco Marini. Per Napolitano, come per Marini, la stima è grande, grandissima. Più per il presidente vecchio e nuovo che per l’ex sindacalista della Cisl, invece, ci troviamo al cospetto di una figura di altissimo profilo istituzionale, capace di metter d’accordo non tutti, ma buona parte. Quello che fa male è l’accordo con il Pdl, è la vittoria di Berlusconi.

In quanto agli altri: Continua a leggere Napolitano bis: ritorno al Quirinale

La Radio veramente pubblica

Torno a casa in automobile, presto, almeno rispetto ai miei coetanei. Accendo l’autoradio, una delle poche compagnie nei viaggi da solo. Troppo spesso la lascio spenta per correr dietro ai miei pensieri. Oggi no, mi va di ascoltare. Giro le frequenze, sempre le stesse: 101.00, 105.00, 102.5,… . Infine il mio dito fa fermare le cifre rotanti sopra la frequenza 97.5, che tra l’altro ho lasciato memorizzata sul numero quattro. Dalle mie parti su quella frequenza prende Radio Radicale. Continua a leggere La Radio veramente pubblica

Quante storie per un simbolo

La telenovela sul simbolo del Popolo della Libertà, che vede scambi di battute tra diversi personaggi politici di sponda FLI o PdL continua. Ne abbiamo sentite tante, prima Italo Bocchino contro Berlusconi, poi Paolo Bonaiuti contro Fini, insomma un vero e proprio polverone. Per un simbolo in comproprietà. Continua a leggere Quante storie per un simbolo