Archivi tag: marco di lello

Regionali 2015, non lasciate da solo il Sannio!

cozzolinodeluca[1]

[Sannio Week] Eccoci. Il Partito Democratico (o il centro-sinistra, fate voi) ha deciso. Si vota per le primarie il 22 febbraio. I candidati, alla fine, sono “solo” cinque: Andrea Cozzolino (bassoliniano, Pd), Vincenzo De Luca (sindaco di Salerno, Pd), Marco Di Lello (deputato e coordinatore nazionale del Partito Socialista Italiano), Nello Di Nardo (ex senatore dell’Italia dei Valori) e Gennaro Migliore (renziano ex Sel). Lascia la lettiana Angelica Saggese. Peccato.

Da Sel un silenzio agghiacciante. Dal Nuovo Centrodestra si alza la voce di Nunzia De Girolamo, che chiede un chiarimento con Matteo Renzi. In due punti, l’ex Ministro dell’Agricoltura vorrebbe la ricostruzione del centro-destra e una chiara posizione di Ncd. Il partito del quale è parte, secondo donna Nunzia, dovrebbe evitare alleanze a macchia di leopardo, scegliendo una volta per tutte in quale schieramento stare. Poi, alla fine, qualunque esso sia va bene lo stesso. Continua a leggere Regionali 2015, non lasciate da solo il Sannio!

Primarie Pd Regionali 2015, in Italia ricercano l’unità, in Campania si scannano senza pietà

23desk-intervista-migliore[1]

[Sannio Week] All’indomani dell’elezione di Mattarella a Presidente della Repubblica, i politici locali si affollano nell’augurare un buon lavoro all’ormai ex giudice costituzionale. Arrivano infatti copiosi i comunicati stampa, tra i quali spiccano quelli del Presidente della Provincia di Benevento, Claudio Ricci, e del primo cittadino del capoluogo, Fausto Pepe.

Si festeggia, dunque, nel centro-sinistra locale. Ma resta la faccenda, sospesa, delle primarie. Continua a leggere Primarie Pd Regionali 2015, in Italia ricercano l’unità, in Campania si scannano senza pietà

Gioco d’azzardo, la nuova malattia italiana

[Caffè News] Che si tratti di Texas Hold’em, di roulette o di scommesse sportive poco importa. I dati sono impressionanti e esplicano chiaramente un concetto: gli italiani giocano troppo. Il gioco d’azzardo è una malattia patologica che si sta diffondendo a macchia d’olio, complice il periodo di crisi, nella popolazione dello stivale. Sorgono infatti come funghi le sale giochi e i casinò virtuali, i centri scommesse e i club di poker. Continua a leggere Gioco d’azzardo, la nuova malattia italiana

La voglia di cambiare intrappolata in un rigido schema

Intrappolare la voglia di cambiare in un rigido schema precostituito. È senz’altro uno dei peccati mortali del Movimento 5 Stelle, individuato con una (solita) analisi perfetta da parte di uno dei più lucidi protagonisti del vasto sottobosco del centro-sinistra: Bruno Tabacci. Continua a leggere La voglia di cambiare intrappolata in un rigido schema