Archivi tag: libero

Bollettino letture, Settembre 2014

libri_settembre

gdc_miniSiamo a Ottobre e, come promesso il mese scorso, il vostro guardiano di coccodrilli va a stilare un piccolo riepilogo delle letture portate a termine negli ultimi trenta giorni. Mi preme sottolineare che i voti inseriti in coda ad ogni commento (le stelline, che arrivano fino a cinque) sono espressione del mio gusto personale e non della qualità del libro in questione. Questo mese ho letto testi un po’ diversi dal solito, lasciando spazio ad un solo romanzo (Adriel, un thriller di Massimo Turcato). Ho preferito occuparmi invece di critica politica (Il Berlusconismo. L’identità e il futuro di Feltri e Brunetta), storia degli Stati Uniti (Henry Kissinger e l’ascesa dei neoconservatori di Mario Del Pero) e gioco d’azzardo (Insert Coin di Paolo Fulvio Mazzacane). Procediamo con ordine. Continua a leggere Bollettino letture, Settembre 2014

Dal topless al cerchietto, quando si mescolano

fini-cerchietto-150x150[1][Caffè News] Dopo tutte le foto in bikini della “gatta morta allla rovescia” Maria Elena Boschi (definita così da Stefano Zecchi, QUI) e il topless sulla sdraio di Stefania Giannini, per qualche quotidiano di centro-destra è venuto il momento di dedicare la prima pagina a un altro nemico. Stavolta si tratta di Gianfranco Fini. L’ex presidente della Camera è stato immortalato a Sabaudia mentre gioca in spiaggia con la figlia, sfoggiando un cerchietto rosa da bambina. Libero [QUI] e Il Giornale [QUI] non hanno perso occasione per sbeffeggiare l’ex leader di An e Fli. Segno che, a ridosso della manifestazione di Mirabella, Gianfranco Fini faccia ancora paura (lo suggerisce Giuseppe Tatarella dal suo profilo Facebook)? Non ci è dato saperlo, sebbene appaia chiaro che la dottrina del non mescolare politica e vicende personali, per certi signori, valga soltanto per feste eleganti ed evasione fiscale di un Cavaliere di Arcore.
Giuseppe Guarino

Libero casca sul gatto di Giannino

Oscar Giannino può stare antipatico o simpatico, con il viso irsuto e la testa tonda, i baffi prominenti e un look spesso sgargiante. Il programma del suo movimento politico “Fare – Per fermare il declino” può essere condivisibile o meno, attaccabile o meno, a seconda dei tanti punti di vista.

E oggi, che la politica del gossip padroneggia la scena, sembra normale poter attaccare un personaggio e le sue idee passando per un’azione apparentemente innocua e quotidiana Continua a leggere Libero casca sul gatto di Giannino

Informazione libera e liberale e non di “Libero”

Ci sono due giornali, entrambi si dicono di centro-destra. Entrambi di parte, dunque, ma con vistose e palesi differenze. Uno si richiama alla causa finiana, l’altro è, più o meno dichiaratamente, pidiellino. Direte voi che sono due giornali legati a partiti diversi e che quindi sono portatori di interessi diversi. Rispondiamo che, sì, “Libero” e “Il Futurista” sono legati rispettivamente al PdL e a Fli, ma anche che la differenza più vistosa non sta negli ideali o nel modus operandi. La vera divergenza tra le due testate sta nel finanziamento pubblico. Continua a leggere Informazione libera e liberale e non di “Libero”