Archivi tag: ilguardianodeicoccodrilli

Bollettino letture, giugno 2015

giugno

gdc_miniMese di giugno appena trascorso. E nuova serie di letture completata. Per non soffrire troppo il caldo incipiente sono andato a leggermi un giallo nordico, di stanza in Svezia. Sono rimasto al Nord, spingendomi fin sulle sponde del Baltico. Ho poi scelto l’Occidente, avviandomi verso il New Hampshire. Tutto preso dalle storie con gli orsi, ho scelto la via del Trentino. Non contento, mi sono diretto su di un altro pianeta, a guardare tramonti insieme ad un piccolo principe, prima di intraprendere un viaggio indietro nel 1955. Ho inoltre messo mano a tre racconti d’un irlandese, un certo Oscar Wilde, prima di affondare in uno scritto del nostro Presidente del Consiglio. Continua a leggere Bollettino letture, giugno 2015

Bollettino letture, maggio 2015

maggio

gdc_miniBenvenuti a una nuova puntata del mio resoconto letture. Da buon guardiano di coccodrilli, dopo aver passato un aprile letterariamente sottotono, a maggio sono rientrato nei miei consueti ritmi di lettura. C’è la storia, c’è la fan fiction, c’è l’amore, c’è lo science fantasy, c’è la storia di strada e di camorra… cinque bei libri letti con tanta passione. Spero possano essere un piacevole consiglio per le vostre letture, specie ora che va avvicinandosi l’estate. Continua a leggere Bollettino letture, maggio 2015

Bollettino letture, aprile 2015

maxresdefault[1]

gdc_miniEccoci a maggio e, puntualmente, a fare il resoconto delle mie letture del mese di aprile. Non leggevo così poco da mesi, a causa di esami e lavoro, che mi hanno tenuto veramente troppo impegnato. Aggiungiamo qualche problema di salute e così, per la prima volta da anni, ho letto soltanto un libro. Non mi sono scoraggiato, però. Tanto è vero che mi sono dedicato con passione alla scoperta di questo grande classico sudamericano. In verità, ho iniziato un altro paio di volumetti (di cui uno piuttosto corposo e abbastanza impegnativo), ma ne parlerò più in là, a lettura ultimata. Continua a leggere Bollettino letture, aprile 2015

Bollettino letture, marzo 2015

marzo

gdc_miniCari amici e miei signori, eccoci alla guardianata di coccodrilli del mese di marzo. Sono andato a scovare un testo surreale di Don DeLillo che sa di pugni alla bocca dello stomaco. Ho poi preso in mano un classico, una bella raccolta di racconti pirandelliani. Ho letto un fantasy, primo volume delle Cronache del mondo emerso di Licia Troisi. Mi sono poi dato a una lettura più impegnativa con Paolo Branca, affiacandole il malinconico Erri De Luca. Termina la lista un giallo emblematico, il mio primo Dürrenmatt. Continua a leggere Bollettino letture, marzo 2015

Bollettino letture, febbraio 2015

guardiano_febbraio

gdc_miniAnno 2015. Parte II. Anche febbraio è finito, e con esso sono volate via nuove letture, del genere più vario. Abbiamo un legal thriller dell’autore best seller Michael Connelly, per chi ama perdersi in mezzo ai misteri e alle indagini e ai processi. Viene poi il drammatico racconto di Bobby Sands, martire della lotta nordirlandese contro la Gran Bretagna. E per qualcuno è un martire anche Craxi, morto quindici anni fa ad Hammamet. Io sono andato a leggermi la prima biografia sul vecchio leader del Psi. Poi un mistero della stanza chiusa di Charles Daly King, oramai un classico del giallo. Segue una raccolta di racconti umoristici al femminile, con una buona dose di filosofie e culture orientali. Infine la storia d’un vecchio senatore comunista in carrozzella, con tanto di badante al seguito. Continua a leggere Bollettino letture, febbraio 2015

Bollettino letture, gennaio 2015

gennaio2015

gdc_miniAnno 2015 che comincia nel segno della lettura. La neve ci ha portato fiabe lapponi e miti caledoni\irlandesi. Ma non c’è cuore che non ama la sua terra e le proprie radici, arrivando a guardare fino a dove si scorge il mare. E chi sa parlare ai cuori meglio di Papa Bergoglio? E cosa rinfranca meglio un cuore se non una passeggiata in mezzo ai boschi?

Ecco, nelle mie letture di gennaio ci sta tutta questa roba qui. Cinque robette dolci più di una nuvola di zucchero filato, per intenderci, ma senza il rischio di stare a prendersi il diabete. La sesta è invece un’outsider, in quanto si tratta di una storiaccia di pirati e schiavitù e rischia di trasformarsi nel tocco aspro del succo di limone. Un concentrato di sciroppo letterario in agrodolce per tutti i gusti. Vamos a averiguarlo. Continua a leggere Bollettino letture, gennaio 2015