Archivi tag: Giancristiano Desiderio

Cerreto Sannita, giovedì 10 aprile La Biblioteca del Sannio ospiterà l’ex Presidente della Camera Fini per la presentazione del suo libro “Il Ventennio”

fini_web_locandina[Sannio Week] La Biblioteca del Sannio ospiterà l’ex Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini. L’appuntamento al Palazzo del Genio di Cerreto Sannita è per giovedì prossimo, il 10 aprile, alle ore 17.00.

Il presidente Fini presenterà il suo ultimo libro, edito da Rizzoli ed intitolato “Il Ventennio. Io, Berlusconi e la destra tradita”. Il testo raccoglie la testimonianza di un protagonista diretto della storia politica italiana a partire dalla “Svolta di Fiuggi” e dalla fondazione di Alleanza Nazionale fino ai giorni nostri.

Gianfranco Fini è stato segretario del Fronte della Gioventù e del Movimento Sociale Italiano, presidente di Alleanza Nazionale fino al 2008, Ministro degli Affari Esteri e Vicepresidente del Consiglio nel secondo e terzo governo Berlusconi, Presidente della Camera dei deputati dal 2008 al 2013, è oggi presidente dell’associazione Libera Destra. Continua a leggere Cerreto Sannita, giovedì 10 aprile La Biblioteca del Sannio ospiterà l’ex Presidente della Camera Fini per la presentazione del suo libro “Il Ventennio”

L’INTERVENTO | I “vip” beneventani e i “cafoni dei paesi”

[SannioPress] Mi piace la birra. Mi è sempre piaciuta. Amo la Guinness, la nera d’Irlanda per eccellenza. Poi mi piacciono le Weiß, la Paulaner e la Franziskaner su tutte. So anche apprezzare il valore d’una Peroni 0.33 in un giorno d’estate. Continua a leggere L’INTERVENTO | I “vip” beneventani e i “cafoni dei paesi”

Il Barbiere di Antonio Barbieri

Risposta di Giancristiano Desiderio, tratta da SannioPress [http://www.sanniopress.it/?p=18154] al mio articolo sul tesseramento coatto del PD cerretese [https://peppeguarino.wordpress.com/2011/12/30/letto-a-tre-piazze-ovvero-torni-a-casa-e-la-trovi-occupata/].

(Sanniopress) – Cominciamo bene il nuovo anno. Se fossi scortese e se fossi di Cerreto Sannita (ma va bene anche essere di dove sono) direi a gran voce e dandogli una pacca sulla spalla (perché l’uomo non è privo di senso delle cose umane e disumane): “Antonio Barbieri, ci hai rotto i coglioni”. Ma sono cortese e non sono di Cerreto e quindi scrivo un articoletto dopo aver letto il lamento civile di Giuseppe Guarino. La sostanza è questa: ma è possibile che decida di iscrivermi al Pd e mi ritrovo con Barbieri che stava dall’altra parte e, soprattutto, con tutta una folla di gente che si iscrive al Pd perché il signorotto locale così vuole e, soprattutto, il Pd  – così democratico per Costituzione –  non ha niente da ridire, anzi, magari ride? Sì, mio caro, è possibile. Ma se, nonostante la giovane età, già ti sei rotto i coglioni, sappi che hai ragione tu. Hai torto solo in una piccola cosetta. Questa: nel credere che il Pd sia una cosa diversa dal Pdl e da tutto il resto di quel mondo partitico senza politica che c’è in giro. Dunque? Continua a leggere Il Barbiere di Antonio Barbieri