Archivi tag: francesco rutelli

Chi ha ucciso il centrosinistra?

vendola

[Caffè News] Fa sorridere l’ultima affermazione al veleno di Nichi Vendola: “Renzi ha ucciso il centrosinistra”. Il leader di Sel prende le distanze dal Pd che, dice, “non è il nostro destino”. [Fonte: QUI]

Al di là delle scelte puramente tattiche ma ambigue (nello stesso comunicato l’ex presidente pugliese dice anche che il Pd “dove possibile sarà un alleato ma dove non è possibile sarà un avversario”), resta una domanda di fondo: chi ha ucciso il centrosinistra? Renzi o proprio la tanto perfetta “sinistra radicale”?

Facciamo un passo indietro. Continua a leggere Chi ha ucciso il centrosinistra?

Alemanno, popolare ma non troppo

Si chiama “Italia popolare”, il movimento moderato lanciato dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Un movimento che vede presenti, oltre al primo cittadino della Capitale, anche Lupi e Formigoni per “aprire il Pdl”. Nelle dichiarazioni di Alemanno, però, resta l’intenzione di rimanere a pieno titolo nel calderone del Popolo della Libertà. Continua a leggere Alemanno, popolare ma non troppo

I partiti oggi e l’ammasso di chiacchiere della destra italiana

Oggi, post-elezioni, è tempo di tirare bilanci.

La destra italiana si è rivelata finalmente per quello che è: un ammasso di chiacchiere. Avvoltosi su sé stessa a causa delle vicende leghiste e dell’addio (o semplice saluto?) di Berlusconi,  l’asse Pdl-Lega ha finito per frantumarsi ancora di più, distruggendosi completamente. Continua a leggere I partiti oggi e l’ammasso di chiacchiere della destra italiana

Cosa sarà la “nuova cosa” del centrodestra?

La scelta di Pierferdinando Casini, quella di abbandonare lo storico simbolo dello scudo crociato e la dicitura “Democratici Cristiani e di Centro”, ha chiara importanza: rappresenta una rottura netta con il passato, tante volte cercato e risognato. Oramai è certo: non moriremo democristiani. Continua a leggere Cosa sarà la “nuova cosa” del centrodestra?

Ricominciamo dal successo

Alla festa dell’Italia dei Valori di Vasto hanno partecipato i tre moschettieri del centrosinistra, Di Pietro, Vendola e Bersani. Si parla di ricostruire un nuovo Ulivo, si parla del centrosinistra che verrà. Ma forse è più semplice partire dalle recenti vittorie piuttosto che dagli antichi e ancora brucianti fallimenti. Continua a leggere Ricominciamo dal successo

Le contraddizioni del terzo polo

Non poteva durare la “casa dei moderati”, e per tanti motivi. Sarebbe stato un bel progetto, una alternativa credibile per chi era troppo moderato (o pieno di buon senso) per stare col Pd o troppo onesto per stare con il Pdl. Né Pd né Pdl, ma Polo della Nazione. Continua a leggere Le contraddizioni del terzo polo

I rischi dell’estremismo moderato: cambia il padrone, non cambia lo schiavo

Nell’Italia degli anni ’70, dilaniata da un terrorismo e da un connotazionismo ancora forte e reale, si pensò bene di salvare la democrazia italiana tramite la strategia del compromesso storico. Oggi, a quasi quarant’anni di distanza, la democrazia subisce nuovi attacchi e nuovi colpi. A metterla in pericolo non sono più i gruppi armati degli opposti estremismi, né extraparlamentarismo o associazionismo. Oggi a mettere in pericolo la democrazia sono i suoi stessi rappresentanti, coloro che dovrebbero garantirla, coloro che si pongono simbolicamente a sua difesa. Continua a leggere I rischi dell’estremismo moderato: cambia il padrone, non cambia lo schiavo