Archivi tag: bertinotti

Addio ad Armando Cossutta

armando cossutta

quadrifoglio miniArmando Cossutta muore a 89 anni. Politici come lui non ne fanno più, purtroppo.

Tutti oggi lo ricordano come il “più filosovietico” dei comunisti. Una realtà storica incontrovertibile, quella di un carrista duro e puro che si poneva in contrasto alla linea morbida del PCI dell’eurocomunista Berlinguer. Continua a leggere Addio ad Armando Cossutta

Chi ha ucciso il centrosinistra?

vendola

[Caffè News] Fa sorridere l’ultima affermazione al veleno di Nichi Vendola: “Renzi ha ucciso il centrosinistra”. Il leader di Sel prende le distanze dal Pd che, dice, “non è il nostro destino”. [Fonte: QUI]

Al di là delle scelte puramente tattiche ma ambigue (nello stesso comunicato l’ex presidente pugliese dice anche che il Pd “dove possibile sarà un alleato ma dove non è possibile sarà un avversario”), resta una domanda di fondo: chi ha ucciso il centrosinistra? Renzi o proprio la tanto perfetta “sinistra radicale”?

Facciamo un passo indietro. Continua a leggere Chi ha ucciso il centrosinistra?

Il comunismo ha fallito, parola di Fausto

fausto-bertinotti[1][Caffè News] Il comunismo ha fallito. Se a dichiararlo è Fausto Bertinotti dev’essere vero. Apre al liberalismo, rendendo d’obbligo citare Gaber (“il pensiero liberale è di destra/ora è buono anche per la sinistra”). E dichiara il fallimento dei sindacati. Torna in mente il 1998, quando il mancato sostegno a Prodi in una battaglia senza se e senza ma aprì una falla nella storia, preannunciando la ventennale egemonia berlusconiana. Torna in mente il 2001, quando nonostante la non belligeranza alla Camera, il mancato accordo del Prc con L’Ulivo al Senato regalò la maggioranza a Berlusconi. Torna in mente il 2006 e la tanta opposizione interna al governo di Prodi. E, infine, torna in mente il 2008, quando il non volersi rinnovare causò la prima esclusione della sinistra dal Parlamento, contestualmente al quarto governo di Silvio. Che dire, che il comunismo abbia fallito lo sappiamo da almeno vent’anni. Il buon Fausto c’è arrivato un pelino tardi.

Giuseppe Guarino