salvini o di maio

Salvini o Di Maio? A chi spetta il ruolo di Presidente del Consiglio?

I risultati delle elezioni 2018 sono stati stupefacenti, ma non più di tanto. Se è vero che sì, sono stati presi a schiaffi sia Renzi che Berlusconi (e non parliamo del grande calcio nel sedere rifilato a Liberi e Uguali), è anche chiaro che i vincitori-ancoranonvincitori sono due: Matteo Salvini e la sua Lega, Luigi Di Maio e il suo Movimento Cinque Stelle.

Leggi anche > LEGA NORD E MOVIMENTO 5 STELLE, QUELLE STRANE SOMIGLIANZE

Ora, se i numeri dovessero essere confermati, ci ritroviamo con un Parlamento ancora una volta tripartito. Con almeno tre grandi schieramenti. Ma con la necessità di alleanze e patti per arrivare a formare un governo. Questo è il bello della democrazia e del proporzionalismo, nonché l’essenza delle Repubbliche parlamentari.

salvini o di maio

Prima di fare altre osservazioni, è bene ricordare che noi italiani non abbiamo votato per il capo del governo, ma per la composizione del Parlamento. E la composizione delle Camere rispetta pertanto (quasi) proporzionalmente le scelte del popolo italico.

A chi spetta il ruolo di Presidente del Consiglio? A Salvini o a Di Maio?

Ora, quindi, si pone un grande dubbio. Chi sarà il Presidente del Consiglio? A deciderlo, secondo Costituzione, è Mattarella. Ma appare chiaro anche all’occhio meno esperto che i candidati sono due: Luigi Di Maio e Matteo Salvini. A chi di loro il Presidente della Repubblica affiderà il primo incarico?

Molto dipenderà dalle consultazioni, è vero, che non cominceranno prima della fine del mese. Almeno fino ad allora rimarrà in carica il vecchio governo, quello di Gentiloni.

Il problema è: affidare l’incarico al capo del primo partito o a quello della prima coalizione? La Costituzione non lo dice, rimettendo la scelta nelle mani del Capo dello Stato. Che stavolta ha una bella gatta da pelare.

Sia Salvini che Di Maio, infatti, pur non avendo i numeri per governare hanno cominciato a fare a spallate per reclamare l’incarico. Parlando secondo la correttezza istituzionale, a chi spetta?

A chi spetta il ruolo di Presidente del Consiglio? Nulla è ancora detto

Paradossalmente, non c’è una preferenza. E tutto dipenderà da chi di loro darà maggiori garanzie di poter formare una maggioranza. Salvini ha numeri più alti, Di Maio è a capo del primo partito del paese. Tutto sarà rimesso alla progettualità e a chi tra loro due riuscirà a convincere il centrosinistra, opportunisticamente congelato da Renzi.

Perché una cosa è negoziare con il bomba di Rignano, altra con chi potrebbe succedergli. L’idea di rimandare le dimissioni a dopo le elezioni è forse istituzionalmente e moralmente sbagliata, ma strategicamente non fa una piega. Renzi ha deciso di tenersi stretto quel poco che gli è rimasto, lasciando i due litiganti a scannarsi tra loro.

Resta l’ipotesi del governo Giamaica. Lega + M5S avrebbero i numeri per governare insieme. Ma in quel caso, storia democratica insegna, è probabile che i due leader debbano farsi da parte in favore di una terza figura di garanzia, probabilmente esterna ai due partiti. Un percorso difficile ma non irrealizzabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.