Lascia un commento

Focus on Sassuolo-Genoa: precedenti e curiosità

magna

canalesassuolominiDomenica 18 alle 15.00 al Mapei Stadium andrà in scena la quarta giornata di Serie A 2016-17: Sassuolo-Genoa, una sfida affascinante tra due squadre che stanno facendo vedere un ottimo calcio.

Il Genoa è a 6 punti, quarto subito dietro Juventus, Napoli e Roma e insieme a Sampdoria, Udinese e Bologna. Tuttavia ha giocato una partita in meno, dato il rinvio per pioggia della sfida tra rossoblu e Fiorentina di domenica scorsa. Ottime le prime due giornate dei genoani, che si sono imposti contro Cagliari e Crotone, entrambe le volte per 3 a 1. Il Sassuolo, in attesa del risultato del ricorso, è a soli 3 punti – quelli ottenuti alla prima giornata a Palermo – al dodicesimo posto in vasta compagnia: Fiorentina, Torino, Atalanta, Milan ed Empoli.

Sei finora le sfide tra i grifoni e i neroverdi, tutte nelle passate tre edizioni della serie A. Bilancio favorevole ai rossoblu, che hanno vinto la metà delle gare. Due quelle vinte dagli emiliani e solo una finita in pareggio (3 a 3 nella gara di andata a Marassi nel 2014-15). Se guardiamo alle sole partite disputate al Mapei Stadium, il Sassuolo ne ha vinte due su tre. Lo scorso anno il Genoa è stata l’unica squadra a lasciare il team di Di Francesco a bocca asciutta, battendolo sia nell’incontro d’andata (2-1 a Genova, reti di Rincòn e Pavoletti, e di Acerbi per il Sassuolo) che in quello di ritorno (0-1 con gol di Dzemaili).

Tanti gli ex, soprattutto con la maglia del Sassuolo. Gianluca Pegolo per Genova ci è solo passato nel 2007, non facendo mai presenza fissa in Liguria e trascorrendo due stagioni in prestito tra Mantova e Parma, prima di essere ceduto definitivamente al Siena. Allo stesso modo, Francesco Acerbi fu acquistato dai rossoblu nel gennaio del 2011, rimanendo tuttavia in prestito alla Reggina e poi in compartecipazione al Chievo, senza mai esordire con la maglia della compagine ligure. Simile anche il caso di Ragusa, che ha passato una stagione nella Primavera genoana (2009-2010), girando poi mezza Italia tra prestiti e compartecipazioni ed esordendo infine in serie A proprio con la squadra di Enrico Preziosi. Una sola presenza alla seconda giornata del campionato 2014-2015, prima di partire nuovamente.

Più rilevante l’esperienza di Alessandro Matri, che ha giocato con la maglia dei grifoni la prima metà della stagione 2014-2015, prima di tornare alla Juve: 7 reti in 16 presenze il suo bilancio. Davide Biondini ha invece vestito rossoblu due mezze stagioni tra il 2012 e il 2014, intervallate da un prestito all’Atalanta e timbrando il cartellino 37 volte (una rete contro il Torino), prima di accasarsi al Sassuolo nel mercato invernale di due anni fa.

Infine, Leonardo Pavoletti. L’unico ex-neroverde che gioca attualmente nel Genoa, arrivò in Emilia nel 2012, segnando 5 reti nelle prime 4 partite di quel campionato di Serie B e contribuendo a portare in A la squadra neroverde con un ruolino finale di 33 presenze e 11 gol. Dopo aver cominciato al Mapei Stadium la stagione 2013-14, passò in prestito al Varese, segnando molto e tornando alla base nell’estate 2014. Tuttavia, nel gioco di Di Francesco trovò poco spazio e, dopo sole 9 presenze ed 1 gol contro il Palermo, fu prelevato in prestito proprio dal Genoa, che lo ha poi riscattato nell’estate 2015.

Con la maglia dei grifoni Pavoletti ha giocato finora 39 incontri tra campionato e Coppa Italia, segnando 24 reti. È andato in rete contro il Sassuolo sia nella sfida della stagione 2014-15 che nella scorsa stagione, quando nel rocambolesco finale della gara d’andata – dopo il pari di Acerbi in pieno recupero – ha messo a segno il gol del definitivo 2 a 1. In questo campionato ha segnato due gol in due presenze, entrambi alla seconda giornata contro il Crotone.

Veniamo dunque a Ivan Juric, allenatore croato salito agli onori delle cronache lo scorso aprile dopo aver portato i calabresi alla storica promozione in serie A. Il tecnico rossoblu ha cominciato ad allenare proprio nel Genoa, entrando nello staff tecnico di Sidio Corradi, alla guida della Primavera dei grifoni nel 2010. È stato poi parte dello staff di Gian Piero Gasperini, sia nella breve avventura sulla panchina dell’Inter che al Palermo. Dopo l’esperienza come vice allenatore dei rosanero siciliani, Juric ha fatto ritorno a Genova, prendendo le redini della Primavera nella stagione 2013-14 e conducendo i giovani liguri all’undicesimo posto del campionato di categoria.

Dopodiché sono arrivate le positive esperienze come allenatore di prima squadra: nel 2014-15 al Mantova, in Lega Pro, dove con una rosa formata in buona parte da ragazzi provenienti dalla primavera genoana ha inaspettatamente conquistato la salvezza con tre giornate di anticipo; nel 2015-16 al Crotone, dove ha ottenuto la promozione diretta in massima serie grazie ad uno stupefacente secondo posto ad un punto dal Cagliari; nella stagione in corso al Genoa, dove nelle prime due partite di campionato ha registrato due vittorie. Nella sua breve carriera di allenatore non si è mai incrociato né con il Sassuolo né con Di Francesco.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Canale Sassuolo il 16 settembre 2016

Focus on Sassuolo-Genoa: precedenti e curiosità

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: