Lascia un commento

Sassuolo cinico e coraggioso: seconda vittoria e punteggio pieno

esultanza

canalesassuolominiBuona la seconda a risultato pieno per il Sassuolo, che si gode la vetta insieme alla Juventus e alle genovesi. In serie A è giunto alla sesta vittoria di fila e oramai nessuno più si stupisce degli ottimi risultati raggiunti dagli emiliani.

Il 2-1 rifilato all’esordio al Mapei Stadium agli abruzzesi del Pescara, dunque, non è altro che la conferma del certosino lavoro tecnico portato avanti dal team di Di Francesco, che alla prima occasione utile riesce a far male agli avversari: uno straripante Defrel si è destreggiato in area rimettendosi il pallone sul sinistro e insaccando in rete, niente da fare per Bizzarri. Berardi l’ha poi chiusa con un micidiale sinistro su rimpallo, mettendo la firma sul suo settimo gol stagionale e rinvigorendo le sue statistiche da urlo.

Non che il Pescara abbia giocato male, anzi. La squadra di Oddo si è dimostrata un valido avversario, che d’altronde aveva già fatto paura al Napoli la settimana scorsa. Nella prima mezz’ora i biancoazzurri avevano addirittura messo in crisi il gioco di Di Francesco, avanzando con aggressività e tenendo chiusi tutti gli spazi con passaggi corti e palla a terra. Il Sassuolo li ha però freddamente colpiti al primo errore, cambiando volto alla partita.

Sul finale, tuttavia, di nuovo brividi per Di Francesco. I tre rincalzi messi dentro da Oddo – Mitrita, Manaj e Bahebeck – hanno disegnato un paio di belle azioni. Una ha regalato agli abruzzesi il gol che ha permesso loro di accorciare le distanze, l’altra – un minuto dopo – si è persa sul fondo per un allungamento di troppo. Fortunata la difesa emiliana, che si era ritrovata bucata da un assist di testa di Bahebeck. Un po’ troppa sofferenza dietro, dunque, compensata dalle preziose giocate viste dalla tre quarti a salire.

In ogni caso, il gioco neroverde è parso meno brillante rispetto alle gare precedenti, probabilmente per via di qualche distrazione di troppo proveniente dal passaggio ai gironi di Europa League, ma tutto sommato è riuscito a reggere in quanto a solidità, sfruttando i lampi di genio dei suoi attaccanti.

La vera paura è quella per Berardi che, dopo un forte contrasto con Cristante è stato costretto a lasciare il campo. Si spera che la pausa nazionali (e la risonanza magnetica) riporti rassicurazioni e permetta al suo ginocchio di sgonfiarsi. Anche perché al rientro si va a Torino: c’è la sfida con la Juve.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Canale Sassuolo il 29 agosto 2016

Sassuolo cinico e coraggioso: seconda vittoria e punteggio pieno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: