Lascia un commento

‘A città d’o pallone

manspogliatoio-1000x561

[Caffè News] Una delle attrazioni maggiori di Manchester è data dal calcio. Qui hanno sede due top club europei e tutto in città ti ricorda loro. Maglie dei due club praticamente ovunque, possibilità di arrivare con facilità assurda ai due stadi (e relativi musei). Si aggiunga il National Football Museum (gratuito), che raccoglie cimeli riguardanti soprattutto la nazionale inglese, ma non solo.

In Italia avremmo Milano, dove le due società però condividono lo stadio con conseguenze talvolta scomode. Sostenitori nerazzurri e rossoneri si trovano a fare insieme il tour del Meazza e a visitare lo stesso museo. Situazione duplicata all’Olimpico, dove purtroppo non esiste nemmeno un tour organizzato. Qualcosa cambierà sicuramente una volta andato in porto il progetto per lo Stadio della Roma di Tor di Valle. E poi la Juventus, che con lo stadio di proprietà è attualmente quanto di più vicino all’esperienza dei club inglesi: tour, museo, hall of fame, megastore. Business.

Quello che fa strano è che in Inghilterra gran parte delle società offrono un tour del proprio stadio. E non parlo solo delle big, ossia le due di Manchester, il Liverpool, l’Arsenal e il Chelsea. All’appello non mancano i neo campioni della Premier del Leicester, ma anche club “minori” come Leeds United, Everton, Aston Villa e Fulham, tanto per fare qualche esempio.

Ora, il problema può riguardare il fatto che in Italia gran parte degli stadi siano di proprietà pubblica, oppure la mancanza di prospettiva di gran parte dei club italiani. Lascio a voi il dubbio. Fatto sta che toccare con mano l’erba dell’Old Trafford o lo spogliatoio dell’Etihad è una bella esperienza che non può ripetersi all’Olimpico, al Franchi, a Marassi, al Friuli, al Dall’Ara. O al San Paolo.

Ho volutamente lasciato Napoli\il Napoli qui alla fine. Una squadra di sei milioni di tifosi che non permette l’ingresso allo stadio se non per le partite o altri eventi. Una squadra che potrebbe costruire un museo intorno ad uno solo dei calciatori della sua storia, per non parlare dei recenti record di Higuain o delle imprese passate come la Coppa Italia 1961-62 vinta dalla serie B.

E niente, Napoli un tour + museo lo meriterebbe tutto. Tant’è che De Laurentiis aveva annunciato diversi anni fa l’apertura di una galleria di cimeli, ma al momento la dichiarazione è rimasta lettera morta.

E dunque, tifosi azzurri e società del Napoli, perché no? Non sarebbe bello dare a Napoli un’ulteriore possibilità di turismo? Manchester con l’attrattiva calcistica attira buona parte dei suoi visitatori. Una vera e propria Football City. A Napoli basterebbe una Città d’o pallone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: