Lascia un commento

Il senso dello sciopero

quarto stato lego

[Caffè News] Ferma restando l’insidacabilità del diritto di sciopero dei lavoratori, è alquanto eccessivo quello che avviene in Italia. L’ultima statistica, presentata da Repubblica, vede il Paese preso in ostaggio da quattro manifestazioni al giorno [QUI].

“Preso in ostaggio” è l’espressione più azzeccata, perché lo sciopero, oggi, è diventato soltanto un mezzo per fare rumore, che difficilmente trova riscontri da parte dei mondi della politica e dell’impresa.

In secondo luogo, alla costante richiesta di diritti da parte dei lavoratori – sacrosanta – manca oramai troppo spesso una parallela presa d’atto dei propri doveri. Il risultato? Servizi garantiti a singhiozzo, con livelli minimi di efficienza, talvolta privi anche d’efficacia.

E quindi, le proteste, piuttosto che far passare una mano sulla coscienza a politici o manager, finiscono troppo spesso per fare soltanto da ennesimo disservizio per i cittadini. Che, nel loro piccolo, s’incazzano.

Giuseppe Guarino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: