Lascia un commento

Guarda come ti distruggo Forza Italia (e i moderati d’ogni sorta)

renzi

[Caffè News] Sulle riforme istituzionali Renzi, come al solito, fa il botto. E lo fa ottenendo il massimo risultato col minimo sforzo. Tiene dentro la sinistra Pd e Area Popolare. E poi sottrae pezzi a Berlusconi. Una mossa magistrale.

Il premier fiorentino ha perso soltanto Nunzia De Girolamo che, mai convinta del tutto da Ncd, è tornata definitivamente alla casa paterna.

Il commento più arguto riguardo alla strategia politica del Presidente del Consiglio, però, arriva dal direttore dell’Avanti Mauro Del Bue, che in un suo editoriale dichiara l’inutilità di Verdini e dei moderati, che si avviano alla loro morte politica [QUI].

Analisi giusta e azzeccata, quella del numero uno del quotidiano socialista. Ecco perché.

Renzi sta distruggendo Forza Italia e i moderati senza costruire il Partito della Nazione.

Forza Italia perde pezzi. I sondaggi non incoraggiano per nulla e i voti storici del centro-destra si dirigono verso il nuovo profeta Salvini o addirittura verso Grillo. I deputati azzurri migrano in massa verso la maggioranza in cerca di un rinnovato nido (è autunno, d’altronde). Probabilmente, con l’Italicum, da quel nido saranno scacciati coi freddi delle prossime elezioni. Siano nel 2018 o prima.

Stessa sorte per Alfano, Casini e i moderati d’ogni sorta. Il ritorno delle coalizioni è astratto e, in più, il Pd non ha mai parlato della sua disponibilità a riguardo. La questione è chiara: Area Popolare non solo rischia l’estinzione, ma ne sta costruendo i presupposti giorno dopo giorno facendo da puntello alla maggioranza.

In pratica, Renzi non sta distruggendo il centro-destra, ma sta facendo in modo che i suoi esponenti lo facciano da soli, suicidandosi giorno per giorno.

Questa mossa, probabilmente, l’hanno capita i marpioni della sinistra Pd. Del Bue lo dice, il caso Tsipras insegna (lo abbiamo detto anche noi qualche giorno fa, QUI). Se la sinistra dem lasciasse il Pd finirebbe in quel calderone affollato composto da Fassina, Vendola, Civati, Camusso e Landini. Per carità, un posto dal quale fare molto rumore. Per nulla. E, senza le coalizioni, rimanendo fuori dal Parlamento. E, con le coalizioni, svendendo un pezzo di credibilità. Meglio, a questo punto, rimanere nel partito e poi prenderla come verrà.

Qual è il rischio? Quello di rafforzare l’antipolitica da un lato e il razzismo fascioleghista dall’altro. Lega e Cinque Stelle, da avidi avvoltoi del populismo, non indugerebbero affatto a gettarsi sulle carogne del centro-destra moderato, arraffandone il più possibile.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/politica/62585/guarda-come-ti-distruggo-forza-italia-e-i-moderati-dogni-sorta/#sthash.Kwd0ZE3a.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: