Caffè News al Factory Day 2015

11150495_451751901658404_5876140175957172746_n-213x300[1][Caffè News] Sabato 30 maggio, a partire dalle ore 10, Caffè News vi aspetta a Telese Terme per una giornata dedicata alla ‪‎cultura‬ del ‪‎libro‬, della ‪‎scrittura‬, del ‪teatro‬, del ‪‎cinema‬. Il ‪‎FactoryDay‬ si terrà nella cornice del Parco delle Terme, all’interno del Palazzo dei Congressi.

Alle ore 17.30 toccherà a noi con la sezione “Il Sud alla riscossa”. Il direttore di Caffè News, Paolo Esposito, presenterà infatti “La morte è un’opzione accettabile” di Gabriella Grieco e “Il primo viaggio di Selene tra le stelle” di Alessandro Frailis. Ma è soltanto la punta di un iceberg. Oltre alle presentazioni dei libri, nel corso della giornata si terranno due workshop dedicati ai più giovani: consigli per tutti coloro che vorrebbero fare gli scrittori e uno splendido percorso tra fumetti e videogame. Il tutto si concluderà con la piece “Vi saluto spezzando la penna”, portata in scena da I FiloTrammatici. QUI il programma completo.

Lunedì David Ermini a Benevento per sostenere Abbate

giulia-abbate-pdLunedì, alle ore 16, presso la sede del Partito Democratico la candidata capolista Giulia Abbate incontrerà il responsabile nazionale dem della giustizia David Ermini. “Il Pd per il Sannio” è il tema scelto per l’incontro durante il quale la candidata regionale uscente illustrerà ad Ermini le criticità che vive il Sannio e le possibili soluzioni per superarle.
“Sono particolarmente orgogliosa di ospitare uno degli uomini più fidati del premier, e nostro segretario nazionale, Matteo Renzi – ha commentato Abbate – La visita di Ermini nel Sannio, a sostegno della mia candidatura, è sintomo di una grande considerazione del Governo centrale nei confronti del nostro territorio. E testimonia altresì l’appoggio convinto del nostro segretario a Vincenzo De Luca, mettendo a tacere campagne mediatiche tese a sostenere il contrario. Ad Ermini cercherò di rappresentare la nostra terra confidando che ne consegnerà esigenze e speranze a Roma”.

David Ermini, 53 anni, avvocato penalista cassazionista, è stato eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati nel 2013 nella circoscrizione XII Toscana per il Partito Democratico. Dal 16 settembre del 2014 è membro della Segreteria nazionale del Pd, guidata da Matteo Renzi, come responsabile della Giustizia. Inoltre è componente della Commissione Giustizia della Camera .
Prima di approdare in Parlamento, ha condiviso buona parte del suo percorso politico proprio con l’attuale Premier essendo stato prima capogruppo della Margherita nel Consiglio Provinciale di Firenze e poi presidente della stessa Assemblea durante la presidenza di Matteo Renzi. Sposato con due figli, abita a Figline Valdarno.

Crash Bandicoot. C’era una volta un classico

CRASH_1

[Caffè News] Era il 1996 quando, per la prima volta nella storia, entrava nelle case dei ragazzini di tutto il mondo il più famoso marsupiale videoludico della storia: Crash Bandicoot. Un personaggio carismatico che, come Mario su Nintendo e Sonic su Sega, si apprestava a diventare la mascotte della neonata console Sony, la prima mitica PlayStation.

Crash Bandicoot, colore arancione e sguardo perso nel vuoto, senza dire una parola conquista i cuori di migliaia di videogiocatori, che si innamorano prontamente.

Il sistema di gioco è semplice ed immediato, colorato e in stile cartoon. Il fatto che sia soltanto in inglese non dà problemi: Crash non emette altro che versi e il sistema riesce ad essere intuitivo, senza bisogno di alcuna spiegazione. Due sole mosse a disposizione, salto e giravolta. E trentatre livelli di difficoltà crescente. Continua a leggere Crash Bandicoot. C’era una volta un classico

Ma Cameron ha vinto davvero? Uno sguardo ai risultati delle elezioni britanniche

cameron

[Caffè News] Non voglio stare a rovinare la vittoria agli amici conservatori del Regno Unito, che governeranno per i prossimi cinque anni. Ma il problema è un altro: Cameron ha vinto davvero?

Titoloni sulla vittoria schiacciante dei Tories ne abbiamo visti a bizzeffe, ma noi abbiamo fatto di più, confrontando i risultati con quelli delle scorse elezioni generali, del 2010. Continua a leggere Ma Cameron ha vinto davvero? Uno sguardo ai risultati delle elezioni britanniche

Dormi ora e sogna. L’onirico disco di Max Fuschetto

Fuschetto-300x270[1][Caffè News] “Dormi Ora”, è la traduzione dalla lingua yoruba (diffusa nell’Africa Occidentale, tra Nigeria, Benin, Togo e Sierra Leone) del titolo del nuovo album di Max Fuschetto, Sùn Ná. Nei dialetti campani “sunnà” significa “sognare”. Strani casi del destino per un lavoro, quello del sassofonista, oboista e compositore diplomato al Conservatorio Nicola Sala di Benevento, tutto incentrato sulle tematiche oniriche. Non è il suo primo disco (negli anni scorsi sono già usciti Frontiere e Popular games) e, pubblicato da Hanagoori Music, ci regala un enigmatico spaccato fatto di contaminazioni scintillanti, dolcemente assemblate. Andiamo a vedere.

Traccia numero uno: Oniric States of Mind. Si entra in pieno nella tematica del sogno, specie di quelli che portano rimpianti e reminescenze di tempi passati e scelte sbagliate. Con qualche tocco da Incubo di Füssli, che non guasta mai. Suoni che si fanno ovattati, sottofondi che non prendono mai una forma definita. Cantata in uno strano miscuglio di arbëreshë (la lingua degli albanesi d’Italia) e inglese. Spettrale. Alla fine sembra di vedere la luce (il risveglio?). Continua a leggere Dormi ora e sogna. L’onirico disco di Max Fuschetto

Bollettino letture, aprile 2015

maxresdefault[1]

gdc_miniEccoci a maggio e, puntualmente, a fare il resoconto delle mie letture del mese di aprile. Non leggevo così poco da mesi, a causa di esami e lavoro, che mi hanno tenuto veramente troppo impegnato. Aggiungiamo qualche problema di salute e così, per la prima volta da anni, ho letto soltanto un libro. Non mi sono scoraggiato, però. Tanto è vero che mi sono dedicato con passione alla scoperta di questo grande classico sudamericano. In verità, ho iniziato un altro paio di volumetti (di cui uno piuttosto corposo e abbastanza impegnativo), ma ne parlerò più in là, a lettura ultimata. Continua a leggere Bollettino letture, aprile 2015