Lascia un commento

Fin dove si scorge il mare

clemy[Caffè News] Su Caffè News abbiamo parlato più volte dei libri della Factory Editoriale dei Sognatori, l’ambizioso progetto avviato da Aldo Moscatelli. Abbiamo recensito gialli e thriller, romanzi umoristici e fantastici. Oggi, invece, vi parliamo di un meraviglioso romanzo mainstream, una storia dal taglio neoverista (ci si faccia passare il termine) capace di far breccia anche nei cuori più duri.

Anche perché di storie, in questo libro, ce ne stanno diverse, sullo sfondo del contesto del Risorgimento Italiano. E dentro ci sta veramente tutto: Garibaldi e le schiene spezzate, i soldati e i briganti, i campi e le fabbriche, la miseria e le differenze sociali, l’emigrazione e La Merica. E lo sfondo, dipinto a toni forti, è quello d’un Sud ferito ma indomito, dove le storie piccole si tengono per mano a quelle che si arrogano la “S” maiuscola.

È una ballata classica fatta di personaggi che non alzano la voce, ma che rivendicano un diritto tutto loro di sognare e, se possibile, di salvarsi.

A partire da Filomena “La Malata”, quella che a un “voi non siete come me!” urlato con rabbia ed esasperazione dal giovane barone col quale aveva condiviso i giochi dell’infanzia, risponde ingenuamente con un tenero “Perché, noi come siamo?”.

Tante storie, dicevamo, tutte intrecciate nell’identica trama e tenute insieme da una carica emotiva formidabile che riesce più d’una volta a rubare una lacrima a chi si appresta alla lettura.

Un romanzo da leggere assolutamente. Un sogno lungo più di un secolo. Lo struggente racconto d’un tempo remoto.

L’AUTRICE – Clemy Scognamiglio nasce molti anni fa in un paese che ha sostituito il nome e che, quando riemerge da nebbiose burocrazie, fa pensare che Atlantide  possa essere stata anche provincia di Napoli.
Lettrice accanita, viaggiatrice entusiasta, mai stanca, ha sempre nuovi confini da superare e  considera i libri come biglietti per altrettanti, fantastici, viaggi. Grandissima passione per la scrittura, ha pubblicato due raccolte di racconti, venti storie che spaziano dall’ironia al dramma, dall’umorismo alla favola e tracce di realismo magico immerso in latitudini  meno ortodosse. La narrativa è il suo porto sicuro, reale ed ideale. Predilige  romanzi, classici e contemporanei, la letteratura italiana e straniera, affascinata da scritture fortemente evocative e poetiche. Scrive per riappropriarsi della immaginazione, un dato che trova essenziale al riconoscimento e alla libertà umana.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/avanguardie/61094/fin-dove-si-scorge-il-mare/#sthash.V4KATamq.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: