Lascia un commento

Littizzetto tirchia, ma ciascuno dona quello che vuole…

Luciana-Littizzetto

[Caffè News] Luciana Littizzetto non mi ha mai fatto impazzire. Troppo logorroica, per me troppo volgare, troppo supponente. Per quanto la sua comicità abbia anche tratti di pungente intelligenza e studiata satira politica. Ma questo è un altro discorso. Ecco perché nel marasma generale causato da #SLAIceBucketChallenge, sembra strano che si vada a difendere tra i tanti, Renzi o Materazzi che siano, proprio lei. Non entro nel merito dell’evento e dei video virali, anche perché da queste pagine virtuali ne ha parlato (e bene) Claudia Del Prete, qualche giorno fa [QUI l’articolo].

Per quei pochi che non sanno ancora cosa sia successo, riassumo brevemente: nella campagna pro-SLA delle secchiate d’acqua gelida, Luciana Littizzetto, dopo la doccia di rito, ha sbandierato una donazione di 100 euro. Apriti cielo. Sui social tutti a giudicare il braccino corto della Luciana, diventando, come ha detto in un tweet il noto giornalista sportivo Marco Mazzocchi, “tutti fenomeni”.

E già, perché è facile fare la morale su un personaggio pubblico (uno dei pochi ad aver dimostrato, dopo la doccia fredda, di aver fatto effettivamente una donazione pro-ricerca), seduti da casa. Ma quanti di coloro che hanno dato della “tirchia” alla Littizzetto hanno poi fatto una donazione? Mi si verrà a dire che un semplice cittadino non ha i soldi che ha la Littizzetto. E questo può essere vero. Ma sul sito web dell’Aisla (o dell’associazione Luca Coscioni) c’è un modulo che permette offerte libere, anche di un solo euro. Perché il nocciolo della questione sta qui. Le offerte sono libere, ciascuno dona quello che vuole. E i 100 euro di Luciana Littizzetto sono sempre meglio di niente.

Infine, un piccolo appunto, sostenere le associazioni è un vantaggio fiscale, in quanto, ai sensi dell’articolo 14 della Legge 14 maggio 2005 n. 80, le erogazioni liberali in denaro o in natura effettuate in favore delle Associazioni di Promozione Sociale iscritte al Registro Nazionale sono deducibili dal reddito complessivo del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/societas/60303/littizzetto-tirchia-ma-ciascuno-dona-quello-che-vuole/#sthash.JEDHUmJb.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: