Lascia un commento

Il sussidiario del Prog di Stefano Orlando Puracchio

puracchio[Caffè News] L’approccio al Prog viene comunemente inteso come un passo importante, complesso, zeppo di difficoltà. Come se la musica inquadrata nel genere fosse qualcosa di completamente differente e le classiche tecniche di fruizione non bastassero.

In realtà, il prog è un genere dove ricercatezza e tecnicismi spesso fanno la voce grossa, ma questo non rappresenta necessariamente un dominio della precisione del virtuosismo sulla diffusione emozionale, che resta viva.

Il primo brano prog che ho ascoltato in vita mia è stato Il giardino del mago, del Banco del Mutuo Soccorso, apertura del lato B del loro primo album omonimo del 1972 e da me reperito su una vecchia compilation appartenente a mio padre. E a colpirmi, in quel brano da 18 minuti, fu proprio l’esplosione di emozioni che dalle note iniziali, semplicemente strimpellate, vanno caricandosi di tensione grazie alla voce di Francesco Di Giacomo fino a crescere e ricadere e crescere ancora in una suite immaginifica colorata a tinte gelide.

A riguardo, vi parlo oggi di uno strumento di rapida consultazione per chiunque volesse approcciarsi al prog, senza stare a preoccuparsi troppo del livello di base dal quale si vada a partire.

gdc_miniÈ il caso del testo Rock progressivo. Una guida di Stefano Orlando Puracchio, disponibile in formato digitale sui maggiori webstore (ulteriori info QUI).

Puracchio presenta una perfetta sintesi, comoda per gli esperti e preziosa per i principianti, un vero e proprio sussidiario del progressive. Partendo dall’individuazione di cosa è prog, finisce per fare una piccola panoramica storica sulle origini del genere, dalla genesi fino alle ultime cadute e rinascite, impreziosita da una serie di interviste ai protagonisti.

Ma il libro è inoltre una guida all’ascolto, un’introduzione al prog attraverso il prog. Fornendo rudimenti di musicologia e fondamenti per ascolti di tipo sensoriale e analitico, l’autore elenca una serie di album fondamentali, imprescindibili, dei quali illustra i tratti più caratteristici, chiedendo al lettore-ascoltatore di sviluppare a sua volta opinioni tecnico-critiche, mettendo in pratica quanto appreso.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/avanguardie/60184/il-sussidiario-del-prog-di-stefano-orlando-puracchio/#sthash.1Uv0Mcai.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: