Lascia un commento

Uno sguardo ai risultati delle Europee

renzi-pes[1][Caffè News] Il Partito Democratico è il primo partito di questo paese. Ma anche d’Europa. L’Italia ha deciso e, così, vede per la prima volta un largo consenso nei confronti di una forza politica. Un consenso che non si vedeva dai tempi di De Gasperi.

Male il Movimento 5 Stelle che, pur confermandosi sulle stesse percentuali delle politiche, in realtà perde circa un mezzo dei voti. Berlusconi stavolta conferma i sondaggi, anche se c’è da dire che considerando gli alleati di coalizione certi o ipotetici (Lega, Fratelli d’Italia, ma anche Ncd e Udc) starebbe ampiamente sopra il 20% e probabilmente riuscirebbe a superare i pentastellati senza difficoltà (pertanto l’Italicum probabilmente non salterà).

Effetto Renzi. È indubbio che sia stato lui il trascinatore di queste Europee. Il Pd vola su cifre che le alleanze Pds-Popolari e Ds-Margherita non hanno mai nemmeno sfiorato. Anche a Firenze, dove supera il 60% rivelandosi più popolare d’un certo cantante rock. Perfino dalla Casa Bianca arrivano echi di soddisfazione per il risultato italiano. Ora sarà pronto a dettare legge nel Pes. Ci sono in ballo tante cose, prima di tutto la presidenza della Commissione Europea. Junker e Schulz si sono detti pronti a trattare. Verhofstad potrebbe godere, da paletto di supporto, di un parlamento europeo di larghe intese. Chissà che la Commissione non venga affidata a lui. Renzi non mette il suo nome sul simbolo del Pd e dimostra come l’unico partito non personale possa scavare trincee e vincere le guerre contro ogni previsione.

Se il boom fa boom. I veri sconfitti sono quelli del Movimento 5 Stelle. Che ci siano stati sondaggi deliberatamente gonfiati al fine di iniettare nei grillini una fiducia rilassante non è da escludere. Ora staremo a vedere. Grillo disse che se fosse arrivato secondo avrebbe lasciato. Paga lo scotto di una campagna elettorale giocata poco sui programmi e molto su slogan, sfottò, retorica e la paventazione di scenari distruttivi. Non bastano le piazze piene a rimpinzare le urne. La tattica della paura può non essere sempre quella vincente e poi, alla lunga, si rischia di essere ripetitivi.

Italia, forza. Con Berlusconi a mezzo servizio la rinata Forza Italia non arriva al 20%. Si conferma un partito radicato sul territorio, una forza politica che non barcolla. Si ritroverà, in Europa, nella stessa maggioranza del Pd. Più divertente che utile, ma la sfida con Alfano è palesemente vinta.

Il greco e gli altri. Con l’ingresso al Parlamento Europeo della Lista Tsipras si aprirà per Sel una forte fase di dibattito. Difficilmente i vendoliani entreranno ora nel Pes, ma c’è anche da dire che forse resta in dubbio anche la stessa alleanza con il Pd. Meglio loro che altri, l’idea di mettere in lista personaggi del mondo della cultura ha finito per rafforzare l’idea e l’immagine dei cosiddetti radical chic, palesando la mancanza di una vera sinistra di popolo (populista?).

I delusi. C’è delusione per Alfano e Casini, che forse s’aspettavano il doppio dei voti. Lo scudo crociato perde il suo fascino e la gente preferisce pronunciarsi nella sfida di civiltà tra Pd e M5S o tentare di riporre (ancora) fiducia in Berlusconi. Ma alla brutta copia qualcuno ha preferito l’originale. Male Fdi anche dopo il ritorno al simbolo che fu di An. Ma certamente è dovuto al fatto di non essere presenti in alcuna coalizione: in alleanza con Forza Italia, alle politiche queste cifre potrebbero lievitare. Asfaltati Scelta Europea e l’Italia dei Valori. Se i primi pagano lo scarso appeal di un programma europeista (e il boom del Pd), i secondi scordano abbondantemente i fasti dei tempi in cui erano stati il quarto partito italiano.

La Lega. Va alla grande, dimostra di non essere un’avventura finita. Ruba molto a Grillo, gioca tutto sulla campagna anti-euro. Da domani ritorneranno alla campagna anti-meridione. Una spiacevole conferma.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/politica/59759/uno-sguardo-ai-risultati-delle-europee/#sthash.Qb4VcNs6.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: