Lascia un commento

Francia e Slovacchia, tempi duri per i socialisti europei

kiska[1][Caffè News] Il nuovo Presidente della Repubblica Slovacca è Andrej Kiska, indipendente ma sostenuto compattamente al ballottaggio dall’area altrimenti frammentata del centrodestra. Sconfigge Robert Fico, attuale premier socialdemocratico, catalizzando i voti dei delusi dell’operato dei governi della sinistra.

Non ci sarà un immediata ricaduta sul governo, a quanto sembra, ma lo strafalcione dello Smer a margine delle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo pare essere una cartina di tornasole, almeno quanto le spinte revisionistiche del Front National, di Alba Dorata e del Movimento 5 Stelle.

Sul piano interno, invece, può essere interessante rilevare come il neo-presidente slovacco sia un imprenditore milionario prestatosi alla politica, nella quale ha appena fatto il suo esordio. Qualche coincidenza poco felice ci torna in mente, ma per ora non vogliamo essere cattivi.

Ma un certo parallelismo con la situazione italiana lo si ritrova anche oltralpe. In Francia, infatti, le dimissioni di Ayrault e l’incarico di un nuovo governo a Valls, sembrano ricordare un paio di episodi: D’Alema che si dimette dopo la sconfitta alle regionali 2000 e la nomina di Giuliano Amato, ma per certi versi anche la recente staffetta tra Letta e Matteo Renzi. Manuel Valls rappresenta, nella parte socialista, la fazione più a destra. Catalano di origine, ha un modo di fare molto simile e diretto, nello stesso stile del premier italiano e, proprio come Renzi, è stato sindaco (di Évry, una piccola città di poco più di 50mila abitanti).

Segnali di crisi comunque, senza dubbio.

Il socialismo europeo si vede accerchiato dalle destre euroscettiche e da una crisi insormontabile proprio mentre le istituzioni dell’Unione debbono andare a rinnovarsi.

Basato sullo zoccolo duro del proprio elettorato più inflessibile, il Pse è partito con il passo sbagliato. Quella che per Martin Schulz poteva sembrare soltanto una semplice passerella sta assumendo i connotati di un piccolo vortice generato dai malumori sfruttati da chi parla alla pancia.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/politica/59207/francia-e-slovacchia-tempi-duri-per-i-socialisti-europei/#sthash.NGat5zSz.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: