Lascia un commento

Osservatori Juventus a Benevento, un segno di speranza per un popolo che si sente dimenticato

davide chiumiento juventus[Sannio Week] Una bellissima sfida, Napoli – Juve del 30 marzo. La squadra di Benitez ha dato tanto e ha meritato davvero la vittoria contro la Juventus dei record. Non una festa del calcio, purtroppo. I soliti idioti hanno fatto sì che tutto potesse tingersi di tonalità oscure. Ma questo è un altro discorso. Gli osservatori del team bianconero, e questa è la notizia, hanno svolto un po’ di sano scouting a Benevento, cercando qualche giovane talentuoso da lanciare nel futuro stellato della squadra torinese.

Dal Sannio, negli ultimi anni, abbiamo avuto già qualche talento affermato, soprattutto quell’Ignazio Abate da Cervinara (ma nato a Sant’Agata de’Goti) che veste la maglia del Milan e della Nazionale. Ci ricordiamo anche di Carlo Zotti di Foglianise, portiere di Roma, Palermo e Sampdoria attualmente in forza al Wil, società della serie B svizzera. Ma il caso più vicino è quello di Davide Chiumiento, svizzero-beneventano notato proprio dalla Juve ed ora finito anche lui nel campionato elvetico, tra le fila dell’Fc Zurigo. Professionisti beneventani, sogni che diventano realtà sull’erba verde della serie A.

Abbiamo parlato altre volte della necessità di far risorgere il calcio italiano pescando all’interno, nei vivai e nelle serie minori, introducendo magari la possibilità di utilizzare le cosiddette “squadre b” o società affiliate. Guarda caso, le due nazionali in testa al ranking Fifa (Spagna e Germania) vedono nei campionati interni l’utilizzo della “cantera” al fine di selezionare i giovani talenti da portare in prima squadra o inviare altrove. Bisognerebbe pensarci. Tant’è che nell’attuale rosa juventina sono presenti Giovinco e Marchisio, giocatori venuti su con successo dalle giovanili bianconere. Vedere gli osservatori della squadra campione d’Italia a Benevento è, infine, un onore, una speranza, la voglia di riscossa di un popolo che si sente dimenticato, lasciato a se stesso. E se magari qualche giovane sannita dovesse riuscire ad imporsi nel calcio che conta sarà festa per tutto il Sannio. Niente cambierà, dopotutto è solo calcio, ma avremo almeno la prova che uno su mille ce la fa, che i sogni si avverano, che la speranza esiste anche per i sanniti.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Sannio Week, rubrica “Legno sopra un’onda”, il 313\2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: