Lascia un commento

Vengo dopo il Pci, il nuovo e-book di Giuseppe Guarino e Caffè News

cover_vengodopoilpci [Leggi l’e-book su Caffè News, QUI] L’idea di scrivere un resoconto storico-politico sulla storia della sinistra italiana mi è frullato in testa per anni, ma lo spunto decisivo è arrivato lo scorso 8 dicembre quando, in una specie di pilotato colpo di mano, Matteo Renzi si è impadronito della segreteria del Pd, segnando (più o meno volutamente) la fine di un’epoca.

Qualche mese dopo siamo arrivati alla rocambolesca nascita di un governo guidato dallo stesso Renzi e all’entrata del Partito Democratico nel Pse. Segno che la nuova era sta avendo inizio, sebbene con aspetti diversi da quelli immaginabili alla fine di dicembre.

Ebbene, questi cambiamenti li abbiamo raccolti, da dicembre a febbraio, nella rubrica settimanale “Vengo dopo il Pci”, narrando più di vent’anni di storia delle sinistre italiche, dalla svolta di Occhetto a quella di Matteo Renzi, passando per tanti simboli, personaggi, governi e sigle.

Abbiamo raccontato della Bolognina e della nascita di Rifondazione, della scissione del Pdci e della bicamerale di D’Alema, della nascita del Pd e dei malumori a sinistra. Questo, e tanto altro, potrete ritrovarlo nel nuovissimo e-book di Caffè News, “Vengo dopo il Pci”, che riprende (riviste e corrette) le numerose storie che ci hanno tenuto compagnia in due mesi di puntuale uscita.

L’e-book esce oggi, simbolicamente, con la fine del congresso del Partito Socialista Europeo e l’entrata ufficiale del Pd nella famiglia guidata da Martin Schulz. Nel Pse, quindi, troveremo probabilmente ancora una volta tre partiti italiani. Nel 1992, infatti, il Partito del Socialismo Europeo venne co-fondato da tre formazioni politiche italiane: il Pds di Achille Occhetto, il Psi di Bettino Craxi e il Psdi di Carlo Vizzini. Oggi, invece, insieme al già presente Psi di Nencini e all’appena entrato Pd di Renzi, probabilmente assisteremo all’adesione (già deliberata al congresso di gennaio) di Sel di Vendola.

La sinistra italiana recupera ora una dimensione europea, finora mancata. Il Pd sembra dotarsi, forse per la prima volta dal 2007, di una linea decisionista, per quanto controversa.

In Italia, d’altronde, la grandezza del Pci (la maggiore forza comunista occidentale) e le derive del Psi hanno fatto in modo che non si sviluppasse una cultura politica di stampo socialdemocratico, così come avvenuto in Germania e nell’Europa del Nord, producendo talvolta ibridi informi. Anni dopo abbiamo visto sigle richiamanti il socialismo militare nelle alleanze berlusconiane (anche nell’attuale parlamento ogni tanto, tra i banchi del centrodestra, spunta qualche garofano rosso), in un ossimoro politico quasi terrificante.Se un giorno Pd, Psi e Sel arriveranno ad unificarsi nel segno del socialismo europeo, è molto probabile che il percorso avviato da Occhetto, Craxi e Vizzini potrà dirsi compiuto.

Ad oggi, invece, si è conclusa soltanto la gestazione del Partito Democratico che, volente o nolente, con la segreteria Renzi termina il proprio discorso fondativo e si avvia a prendere una forma ben definita.

Detto questo, vi auguriamo una buona lettura di questo e-book, il cui titolo è mutuato da “Vengo dopo il tiggì”, la celebre sigla della trasmissione Indietro tutta interpretata da Renzo Arbore.

– See more at: http://www.caffenews.it/politica/58881/vengo-dopo-il-pci-il-nuovo-e-book-di-caffe-news/#sthash.ghv4pkbj.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: