Lascia un commento

Il goliardico exploit del Magnifico Messere

front-cover-300x275[1][Caffè News] Silvio Brambilla, tecnico del suono e musicista, slegato da vincoli contrattuali e doveri stilistici di genere, arriva con Al Margine, sua terza fatica solista. Temi sociali affrontati con un’ironia fuori dal comune sembrano accomunare le tracce di un disco che si rivela presto in tutta la sua dirompente potenza.

Pubblicizzato dal singolo Magnifico Messere, che con goliarda apre l’album con riferimenti nemmeno troppo velati ai recenti personaggi della politica italiana, esplodendo in un irriverente messaggio doviziosamente dissacratorio: “rottama, rottama, rottama, rottama, rottama”. Il singolo, accompagnato da un videoclip diretto da Niccolò Barbieri, coniuga una sezione ritmica incedente (anche se non proprio originalissima) a una struttura doppia di fiati ed elettronica, in una commistione di generi che si conclude con l’ennesima sorpresa: qualche versetto arrangiato e cantato in tono rinascimentale con tanto di gorgheggi ammiccanti e archi suadenti.

Gli altri episodi vedono la pura sperimentazione spaziare insieme a vocalizi virtuosi (Centro di accoglienza, Come un re, Ysc), oltre all’esplorazione dei tappeti musicali più vari (inCoda remix).

A non mancare mai è la commistione, e risulta particolarmente interessente veder coniugare l’elettronica ad elementi tipici della musica classica o, addirittura, di quella popolare (in particolare segnaliamo le cornamuse di Oltre) ricordando talvolta le avventure musicali e le sperimentazioni proprie del primo Alberto Camerini (artista, questo, di cui parleremo prossimamente). Ogni tanto appaiono anche atomi fuggiti dal jazz o dal blues (Miserabile), nonché percorsi interamente strumentali dai toni d’atmosfera tipici delle colonne sonore (11032011).

Chiude il percorso Biancanotte, che riprende gli elementi di Magnifico Messere insieme a diversi rumori di fondo (un cicaleccio di deandreiana memoria? Una ruota di bicicletta? Un proiettore cinematografico che cigola?) lasciando aperto uno spiraglio di porta sul capitolo speranza.

Nel complesso, il disco risulta un ottimo esperimento di tecnica musicale, forse eccessivamente variegato e che rischia pertanto di non raccogliere tutto il pubblico che un singolo di forza come Magnifico Messere potrebbe attirare. Ma pare che vada bene così. L’importante, secondo Silvio Brambilla, sembra che sia esprimersi al meglio. E su questo non possiamo certo dargli torto.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/societas/58151/il-goliardico-exploit-del-magnifico-messere/#sthash.5hWS3ht0.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: