Lascia un commento

Colors, l’esordio del Luca Poletti Trio (con Paolo Fresu)

colors[Caffè News] È una radio che non va. Le stazioni cambiano, le frequenze si sovrappongono, non si capisce nulla. Verso la fine, però, le note strimpellate d’un pianoforte danno un’idea di quanto andremo ad ascoltare.

È questo il primo impatto con Colors del Luca Poletti Trio, disco che presenta un ospite speciale che si chiama Paolo Fresu, uno dei musicisti jazz più importanti del panorama europeo. Prendendo in mano il digipack patinato, ti aspetti quasi che le tempere in polvere della copertina siano pronte a dare pennellate di musica colorata, capace di tracciare immagini cariche d’emozioni contrastanti. Ed è proprio così. Il disco (è in vinile e con il dorso nero, ricreando nella forma i vecchi 33 giri in un vero omaggio per i nostalgici) non delude e, anzi, diventa una godibile panoramica artistica sulle capacità compositive ed esecutive di un musicista appena giunto al parto alla sua opera prima.Colors è un concept, ci hanno suonato Poletti e Fresu, ma non dimentichiamo gli altri membri del trio (Stefano Senni al contrabbasso e Matteo Giordani alla batteria), nonché Matteo Cuzzolin (sax tenore), Christian Stanchina (tromba), Annika Borsetto (voce) e Michele Bazzanella (basso elettrico).

Variegato come la tavolozza d’un pittore, la rapidità emotiva di Strollin’around contrasta con la riflessiva tensione creata da Raining grey (dedicata alla città di Trento in una “torrida estate piovosa”), senza contare la congiunzione tra le due, un ponte di posata attesa, di fragile emotività.

Sirene ripercorre l’andazzo dell’acqua, il dondolio delle onde che, sospinto dolcemente da pianoforte e contrabbasso, accarezza la fronte in una piacevole sensazione di calda ebbrezza. Un’armonia multidirezionale la fa da padrona, sfumando lentamente in una dolce conclusione che avvia la strada ad un terzo, elettronico, preludio e alla giocosa Bastian oirartnoc, che scherza fin dal titolo e poi prosegue in una cangiante esplosione di sassofono.

“I don’t follow any rule…” è la frase che apre l’unico brano con linea vocale di tutto il disco, This is for you. Una canzone piena, morbida e melodica, dove l’intenso flicorno di Paolo Fresu duetta ammaliante con la voce di Annika Borsetto.

Leo offre sette primi e sedici secondi di atmosfera orecchiabile, molto lineare, facilmente memorizzabile e, anche qui, decisamente giocosa. Dedicata al nipotino dello stesso Poletti, è introdotta da un preludio che vede alternarsi le risate di un bambino ad accenni al successivo tema.

Un ulteriore preludio elettronico riporta ad un pezzo più classico, una traccia di soli pianoforte e tromba, leggera ma splendidamente drammatica. Si chiama Preludio e fuga (dalla realtà) ed è una vera perla, il semplice valore aggiunto di tutto il long playing.

Il ritmo si scatena in un ultimo preludio e nella scoppiettante Sold 20%, che spaziando su altezze sempre più stellari, concede la giusta visibilità alle singole velleità strumentali, regalando un dinamico saggio sia per i fiati (3 trombe e 3 sax suonate però dai singoli musicisti) che nella effervescente sezione ritmica.

La radio si spenge e il rumore di fondo ci ricorda che l’album è terminato. Ma Poletti non ci sta e conclude con una solitaria improvvisazione di pianoforte che è come un resoconto, un quadro dipinto usando le tinte già impiegate nella colorazione del resto del disco e che si intitola, appunto, Colors – La lirica dei colori.

Termina così l’opera, quella che, come specificato dallo stesso Poletti sulla copertina del libretto, non è un disco, è semplicemente Colors. Le sfaccettature contrastanti della vita, i colori, le saturazioni cromatiche che contraddistinguono le nostre giornate, i diversi cangiantismi che ci trasportano e ci caratterizzano e infine le emozioni della vita: molto diverse tra loro ma allo stesso tempo estremamente simili e cicliche.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/avanguardie/56488/colors-lesordio-del-luca-poletti-trio-con-paolo-fresu/#sthash.LgDnWGgL.dpuf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: