Lascia un commento

Mozzarella e carcasse di bufale

bufala[Caffè News] I dibattiti che sono riusciti a fare (finalmente, anche se forse senza ancora la giusta incisività) della Terra dei Fuochi una tragedia nazionale hanno messo in risalto come ad essere danneggiate dai roghi tossici non siano soltanto le popolazioni delle zone interessate ma, per via dell’inquinamento del terreno, il caso sia di portata generale.

Sì, perchè i prodotti agricoli della Campania sono quanto di più prelibato possa arrivare sulle tavole dei consumatori italiani e di tutto il mondo e l’inquinamento delle falde li rende tristemente tossici.

Ma, giacché siamo qui a parlarne, mettiamo in luce un altro malcostume tipico di questa terra stupenda che viene continuamente stuprata senza ritegno.

La mozzarella di bufala, seconda soltanto alla pizza, è il prodotto tipico per eccellenza della Terra di Lavoro e identificativo di tutta la regione Campania.

Peccato che si assista di continuo a scene orrende, come quelle delle carcasse di bufali abbandonate ai bordi delle strade, nelle discariche o in veri e propri “cimiteri” a cielo aperto.

Nulla a che vedere con la pericolosità dei roghi tossici, sia chiaro, ma sale alla mente la dissoluta depravazione di chi, producendo una delle eccellenze locali, si disfà senza ritegno dei corpi di quegli animali che, per un motivo o per un altro, ormai non servono più.

Si parla dei bufali maschi, che non possono produrre latte, ma anche di esemplari malati o troppo vecchi e sfruttati per poterne assicurare un certo livello giornaliero. Inoltre, spesso negli allevamenti si tende a far partorire spesso le bufale per aumentarne la produttività.

Basta una semplice ricerca in rete per rendersi conto di quanto spesso e periodicamente vengano rinvenute e messe sotto sequestro aree adibite allo smaltimento abusivo delle carcasse di bufalo o addirittura intere fattorie, in comuni quali Castel Volturno, Santa Maria Capua Vetere, Capua, Pietramelara e, in generale, di tutta la provincia di Caserta.

È un uso generale, a cui in pochi ormai fanno caso, ma è un costume dai risvolti macabri che rende tremendamente penoso un settore produttivo che potrebbe davvero rappresentare il meglio della Campania.

Giuseppe Guarino

– See more at: http://www.caffenews.it/mezzogiorno-sud/55327/mozzarella-e-carcasse-di-bufale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: