Lascia un commento

Trasparenza, la sfida di Nencini

riccardo-nencini[1]

Il leader del Partito Socialista Italiano Riccardo Nencini lancia un’attesa sfida sulla trasparenza al mondo politico italiano.

La rosa rossa socialista, da poco tornata ad essere forza parlamentare, ha diramato un comunicato stampa dove dichiara: “Abbiamo pubblicato sul nostro sito la situazione patrimoniale degli eletti socialisti. Un atto dovuto, un gesto di responsabilità e trasparenza nei confronti dei cittadini. Sfidiamo gli altri a fare altrettanto”.

Nencini ha ribadito la necessità di muoversi verso atti concreti, uscendo dagli “appelli demagogici” di Twitter e augurandosi che tutte le altre forze politiche presenti in Parlamento seguano l’esempio socialista.

I sei eletti hanno dunque messo nero su bianco, rendendo pubbliche le proprie dichiarazioni dei redditi.

Il primo dell’anagrafe è proprio il segretario nazionale del Psi e neo-senatore: 108.193 euro di reddito lordo per l’anno 2011 più la proprietà del 25% di un’abitazione con garage a Barberino di Mugello.Dell’altro senatore socialista, Fausto Guilherme Longo, eletto nella circoscrizione estero sudamericana, i redditi saranno pubblicati al suo rientro in Italia.

Il più facoltoso degli eletti è Marco Di Lello, con un reddito annuo di 108.459 euro, mentre la deputata Pia Locatelli ha percepito, per il 2011, un reddito lordo di soli 28.500 euro.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Sannio Week, rubrica “Legno sopra un’onda”, il 18/03/2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: