Lascia un commento

Scandalo Qatargate: hanno comprato il Mondiale 2022

qatar-world-cup-2022

La notizia, partita dalla testata transalpina di France Football, sta facendo il giro del mondo: il Qatar avrebbe comprato la possibilità di ospitare il Mondiale di calcio del 2022. Lo scandalo, ribattezzato Qatargate, si spiegherebbe tenendo conto della forza economica del piccolo stato mediorientale che avrebbe pagato al fine di poter ottenere i voti necessari al fine dell’ottenimento del Campionato e sbaragliare la concorrenza (soprattutto degli Stati Uniti).

La nazione qatariota avrebbe promosso una lunga attività di lobbying, per un costo di oltre 34 milioni di euro (stime di France Football) soltanto nel 2010.  Niente di illegale, se non fosse che la somma in questione è stata utilizzata in un modo alquanto misterioso. Inoltre, senza peli sulla lingua, il segretario generale della Fifa Jérôme Valcke, in una mail all’allora vicepresidente della stessa organizzazione calcistica internazionale Jack Warner, non esitò a scrivere: “Ils ont acheté le Mondial 2022″ (“Hanno comprato il mondiale 2022”, ndr).

Aveva provato a far luce sulla questione anche un altro giornale, il britannico Sunday Times, che nel mese di ottobre 2010 aveva sentito la testimonianza di un dipendente del dipartimento per la comunicazione internazionale per la candidatura del Qatar. Questi ha accusato due membri del Comitato Esecutivo, l’ivoriano Jacques Anouma e Issa Hayatou, Presidente della CAF, di aver ricevuto un milione e mezzo di dollari per dare il proprio voto al Qatar. Ma l’uomo ha ritrattato nel luglio 2011.

Un mese dopo, il Wall Street Journal ha messo in risalto altre irregolarità: il quotidiano americano ha rivelato che almeno uno dei consiglieri della Federazione del Qatar aveva proposto alla Federazione Argentina un importante finanziamento per aiutare il Campionato di calcio del paese sudamericano, minacciato da una grave crisi finanziaria. Julio Grondona, presidente della AFA, aveva negato le accuse. France Football, infine, riferisce di un incontro con un consulente di Blatter, quindici giorni prima del voto. Questi avrebbe dato conferma ai giornalisti che la Russia sarebbe stata il paese ospitante il Mondiale 2018 e il Qatar quello per il 2022.

Ma il Qatar avrebbe anche sponsorizzato numerose competizioni e associazioni calcistiche di altri paesi al fine di ottenere l’agognata assegnazione, tra cui il Congresso della Confederazione del Calcio Africano in Angola del gennaio 2010. Inoltre, lo spettro della corruzione – continua France Football – avvolge anche Michel Platini. Il voto di Le Roi sarebbe stato infatti comprato in cambio dell’investimento della Qatar Investment Authority nel Paris Saint Germain.
Insomma, luci e ombre su uno dei prossimi campionati del mondo ma, purtroppo, ancora una volta c’è una storia di corruzione nel mondo dello sport. E a far male è soprattutto questo.

Giuseppe Guarino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: