Lascia un commento

A proposito di pantheon

athneVanno di moda i pantheon. Va di moda chi viene inserito nei pantheon. Va di moda chi c’è, va di moda chi non c’è, va di moda chi ci dovrebbe essere.

Sono belli i pantheon, edifici di culto per rendere onore agli dèi. Nei pantheon di oggi si deifica l’essere umano, per quanto grandioso sia stato il suo operato. Ma è sempre un essere umano.

Sono imponenti i pantheon. Pesa la loro eredità, la loro grandezza, la loro magnificenza. Che se non condiziona l’azione dovrebbe per lo meno condizionare il pensiero. Anche soltanto affacciandosi di soppiatto dietro un fumettistico balloon del nostro protagonista pensante.

Più che i pantheon, alla sinistra italiana servirebbe un qualcosa che si chiama come quel giornale fondato da Antonio Gramsci nel 1924. Solo dopo aver trovato una certa unità (che sembrava in verità soltanto lontanamente raggiunta, ma già durante la campagna per le primarie ha incominciato a scricchiolare nuovamente) si può costruire un pantheon condiviso.

E allora ci potremo tirar dentro tutto e il contrario di tutto.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Sannio Week, rubrica “Legno sopra un’onda”, il 3 dicembre 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: