Lascia un commento

Disney e Marvel. Marchi per tutti e per tutto.

L’ultima volta che sono entrato al Disney Store di Marcianise ho notato, tra i peluches di Nemo e i pupazzetti di Mickey Mouse, maschere, costumi, magliette e altro merchandising dei personaggi Marvel.

Paperino e Capitan America fianco a fianco del medesimo negozio. Per me, da bambino lettore sia di Topolino che, più tardi, di Spiderman, è stato come rivivere un’atmosfera da sogno. Nel medesimo (piccolo) store, era presente uno spazio dedicato sia agli eroi della mia infanzia che a quelli della mia prima adolescenza.

Torno a casa, mi informo, leggo. Nel 2009 Marvel è stata acquistata dalla Disney in un affare da 4 miliardi di dollari. Mi era sfuggito, lo confesso.

Mi salta in mente qualcosa. La Disney, con i suoi film e cartoni animati, aveva un mercato decisamente improntato sulle famiglie: bambini e genitori. Tutto, dalle novità cinematografiche ai parchi a tema, era rivolto esclusivamente (o quasi) a questo target. Inutile dire che rimanevano fuori coloro che non sono più bambini, ma nemmeno genitori, una sorta di generazione di mezzo di età (variabile) compresa tra i 15 e i 40 anni.

Tuttavia, la Disney aveva già tentato di colmare tale lacuna, aggiungendo al portafoglio marchi Touchstone e Miramax, producendo i videogiochi RPG della serie Kingdom Hearts, apponendo il proprio marchio sulla saga dei Pirati dei Caraibi, aggiungendo ai propri parchi attrazioni poco infantili e molto più simili ai gusti e alle esigenze di ragazzi più grandi.

Con l’acquisizione di Marvel nel 2009, la Disney compie un’ennesimo passo verso la realizzazione del suo obiettivo di creare un completo “divertimentificio globale”. La crisi che sta colpendo da anni l’editoria, anche nel settore fumetto, è stata ampiamente compensata da Marvel con i film sui supereroi, non ultimi quelli su Spiderman, Iron Man e i Vendicatori.

I supereroi Marvel vanno quindi ad aggiungersi alla Banda Disney, includendo di fatto gli amanti dei comics della “Casa delle idee” nel target a cui si rivolge la Walt Disney Company. Ma l’acquisizione Marvel ha fatto di più. Ricollegandoci alla mia visita al Disney Store di Marcianise, la Disney ha messo a punto una serie di prodotti “per i più piccini” raffiguranti proprio i supereroi Marvel e in vendita nei suoi negozi. La Disney ha puntato su una completa estenzione dei suoi marchi e, se ci pensiamo, Topolino & co. sono da anni presenti anche come firme su capi d’abbigliamento young.

Insomma, una vera manna per la casa di zio Walt. E un’ulteriore conferma che il marchio, che provenga dal colorato mondo di Topolino o dal muscoloso Captain America, supera il prodotto, divenendo esso stesso la merce a venire venduta. Una sorta di re Mida che trasforma in oro l’oggetto sul quale è applicato. E nel vendere i propri marchi la Disney è senz’altro maestra.

Giuseppe Guarino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: