Lascia un commento

Eserciti regionali, estreme fantasie leghiste

L’ultima trovata degli omini in camicia verde si chiama Esercito Regionale. Ogni regione dovrebbe essere fornita d’un suo speciale esercito formato da giovani volontari cessati dal servizio senza demerito. Se l’idea è quella di aumentare l’occupazione giovanile (si suppone che i volontari ricevano uno stipendio), si sta affrontando il problema in modo pessimo, poiché imporrebbe costi insostenibili allo Stato (o alla Regione, che quasi sicuramente dovrebbe accollarsi le spese per il mantenimento del proprio esercito). Lo sdegno dal resto del mondo politico non si è fatto attendere: l’intero emiciclo, all’infuori della Lega, ha subito dichiarato il proprio parere negativo rispetto all’ultimo capriccio di casa Bossi.

Ma la domanda fondamentale è una sola: a che serve un esercito regionale? Le Forze Armate italiane (Esercito, Marina Militare, Aeronautica Militare, Carabinieri) sono numericamente superiori (più di 300mila) a paesi ben più grandi o più popolosi quali Francia (più di 240mila), Regno Unito (200mila), Spagna (177mila). Integrarle con venti minieserciti regionali (circa altre 20mila persone) sarebbe semplicemente inutile. Allo stesso modo, smantellando l’Esercito in venti parti uguali potrebbe essere una mossa sbagliata, innanzitutto perché alla sicurezza nelle regioni pensano le forze di polizia locali e poi il compito dell’esercito è un altro, proteggere la Patria, a che serve proteggere le regioni? Se lo scopo è invece quello di organizzare una secessione militare, i leghisti possono benissimo raccogliere ritagli e burattini ed andare a giocare a Risiko da qualche altra parte, facendosi un esercito con i loro membri, i geometri con lo spadone e i dentisti con l’armatura, se hanno tanta voglia di far la rivoluzione.

La buffonata leghista, volta a dimostrarne ancora una volta l’arroganza e l’irrispettosità verso le istituzioni, si colloca al livello delle ronde ma, come dichiarato dal Presidente della Regione Lazio Renata Polverini: “sono un altro momento di estrema fantasia della Lega”. Fantasia che fa male all’Italia, fa male a noi.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Sannio Week, rubrica “Legno sopra un’onda”, il giorno 11 aprile 2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: