Lascia un commento

Storari-Buffon: la sfida tra i pali della Signora

Ingaggio da 6 milioni di euro contro 1 milione e 200mila, prestazioni simili ma carriera diversa: una blasonata e l’altra da gregario. Parliamo di Gianluigi Buffon e Marco Storari, la coppia di portieri bianconeri, tra i quali si parla di sfida da quando il portierone carrarese è tornato a giocare e pretendere il suo posto tra i pali.

Nelle squadre di calcio c’è sempre competitività in tutti i ruoli, ma in un ruolo, quello del portiere,  c’è una particolarità strutturale. E’ infatti vero che in ogni ruolo esiste competitività ma l’intelligenza e la creatività tattica degli allenatori di turno riesce spesso a far convivere e giocare insieme giocatori tecnicamente molto simili tramite articolate invenzioni strategiche; per il portiere non è così, gioca uno e uno solo. E la sfida è sempre accesa.

Se poi ti trovi a competere con un avversario che si chiama Gianluigi Buffon la corsa non parte certamente in discesa. E’ quello che deve aver pensato Marco Storari ad inizio stagione, quando la Juve lo ingaggiò dal Milan per sostituire Gigi Buffon infortunato. Ma la situazione gli è stata favorevole e, nonostante la pessima stagione del team bianconero, Storari è risultato decisivo in diverse partite, ultima quella contro la Roma di Vincenzo Montella. Per Buffon, invece, a parte qualche ottima prestazione, si è vista l’ombra di colui che un tempo trasmetteva una solida sicurezza e spesso ci si è trovati di fronte ad imbarazzanti performance e papere indegne del suo nome.

Non c’è quindi da meravigliarsi se negli ambienti vicini alla Juventus si parli d’una partenza di SuperGigi. Sirene inglesi si fanno insistenze e, se dovesse essere ceduto a parametro zero come è stato per Trezeguet e Camoranesi, la Juve risparmierebbe un pò di soldini. Storari mantiene le proprie posizioni e difende la porta come pochi sanno fare, è un uomo di mestiere che sa il fatto suo. Ci sarebbe lui.

Ma questa sarebbe ingratitudine nei confronti di Buffon, che ha regalato tanti sorrisi alla Juve da quel lontano 2001-02, seguendola in serie B nell’anno della vittoria del campionato del mondo (quando avrebbe potuto fare come Ibrahimovic o Cannavaro). Un giocatore così (e sarebbe stato giusto anche per Camoranesi e Trezeguet) ha il diritto di restare alla Juve a vita, magari alternandosi con qualcun altro e Storari sembra proprio la scelta azzeccata dopo anni di secondi portieri incerti. E’ un tributo che la società deve a questo giocatore, che non è uno dei tanti ma uno come nessuno. Quindi, perché parlare di una sfida tra i due quando una convivenza serena potrebbe essere quanto di migliore possa esistere? Purtroppo il calcio moderno parla anche un’altra lingua, quella dei soldi e del risparmio, poco conta se sei stato il portiere più forte del mondo, seguendo le disavventure della tua squadra e i sogni dei tuoi tifosi. Nel cuore dei quali rimarrai sempre e comunque.

Giuseppe Guarino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: