Lascia un commento

Il punto forte del berlusconismo

Se prendessimo una lista dei leader politici che hanno governato l’Italia dal 1946 ad oggi, potremo leggere tanti nomi di tanti colori ma in cui nessuno avrà la stessa capacità di scuotere gli animi propria di Silvio Berlusconi. Scorrendo la lista dei Presidenti del Consiglio dei Ministri di quest’Italia nessun personaggio (per quanto controverso e discusso, ad esempio Craxi, Andreotti, Fanfani, nonché lo stesso Prodi) ha la forza di sdegnare dell’attuale Capo del Governo.

Un Capo del Governo così non si era mai avuto né in tanti anni (per dirla a-la-Gaber) di “governi democristiani incapaci e mafiosi” né di traballanti e litigiosi centrosinistra. Berlusconi ha avuto la capacità di imporsi come una figura estroversa, capace di concentrare su di sé ogni attenzione. Il problema? Se non può concentrare su di se attenzioni positive, per lui non ci sono problemi, un bello scandalo è perfetto. E lo scandalo, a parer suo, non crea implicazioni negative: è questo il punto forte del berlusconismo.

Se è vero che un settimanale (per citare Di Pietro) “noto giornale comunista” descrive, in seguito allo scandalo Ruby, un Presidente del Consiglio affetto da uno stato di malattia incontrollabile, è anche vero che lo zoccolo duro dei “berluscones” vedono in questo malato cronico un esempio ed un modello, demonizzato dagli altri e perseguitato.

Basta girare il web per rendersene conto: migliaia di commenti (dai video su Youtube, agli articoli dei giornali on line) che proteggono, giustificano ed esaltano le gesta del loro eroe. Prendendo un video a caso su YouTube, ci si accorge perfettamente che c’è qualcosa che non va, il video preso ad esempio è questo qui. C’è chi la butta in “invidia” da parte di chi non ha tutti quei soldi e non può attorniarsi di tante ragazze, chi invece giustifica il suo “essere diventato ricco per divertirsi”, chi accusa gli altri di fare dei “piagnistei” e delle “prese per il culo”, chi considera Berlusconi il “rappresentante degli uomini veri” rimandando al caso Marrazzo (che loro conoscono solamente per lo scandalo) e chi lo esalta con un “GRANDE SILVIO!!!!il mio voto sarà sempre il tuo”. Sconcertante, soprattutto considerando l’età media dell’utenza del web, relativamente bassa.

Se Berlusconi, da un lato, con i suoi continui scandali e debolezze, perde la fiducia di coloro che, pur essendo stati suoi elettori, cercano un premier dai sani principi e valori, dall’altro lato acquista un prestigio tra i tanti (e dai migliaia di commenti nel web risultano davvero molti) che vedono nel trinomio soldi-potere-donne una fondamentale scala di valori (fai tanti soldi, in modo da poter conquistare il potere e divertirti quanto vuoi). E’ il popolo dei devoti al denaro, che sognano di poter fare un giorno la vita di Berlusconi, che vedono nei frequenti scandali delle bravate del loro beniamino, considerato un idolo alla pari di come le ragazzine idolatrano Justin Bieber o Hannah Montana: è una semplice mitizzazione, una trasposizione dei propri desideri che perde di vista il fatto che Berlusconi rappresenti il Paese ed colui che dovrebbe governarlo. E sono proprio costoro che contribuiscono a rafforzare la politica fatta d’apparenza, il mondo di lustrini di cui il premier è circondato, l’harem personale del Presidente del Consiglio.

Dimenticandosi, però, della doppia faccia della medaglia: dall’altra parte c’è un Paese stremato, un’Italia alla deriva derisa dal resto del mondo. Ma l’immagine è speculare: Berlusconi va a puttane e, con lui, tutto il Paese.

Giuseppe Guarino

pubblicato su Sannio Week, rubrica “Legno Sopra un’onda”, il 2/11/2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: