Lascia un commento

All’attacco… in Italia e in Europa

Fabio Quagliarella

Fabio Quagliarella quando era all'Udinese. Nel 2010-11 lo vedremo di nuovo in maglia bianconera, ma questa volta sarà quella della Juventus.

Si sogna il calcio in quest’ultimo scorcio d’agosto. In queste calde notti si muove qualcosa nelle società sportive italiane, con relative opinioni da parte dei tifosi che durante l’anno sono allenatori, durante i mondiali sono commissari tecnici e durante il calciomercato diventano presidenti e direttori sportivi.

La prima bella notizia per il calcio italiano è arrivata con gli Uefa Club Football Awards, con l’Inter che ha ottenuto un 5 su 5.

Miglior portiere: Julio Cesar, Miglior difensore: Maicon, Miglior centrocampista: Snejider, Miglior attaccante e Miglior giocatore: Diego Milito. Se ci fosse ancora il premio per il Miglior allenatore lo avrebbe vinto di sicuro Mourinho.
I sorteggi della Champions sono stati duri per il Milan (Real Madrid, Ajax e Auxerre) e ruvidi per l’Inter (Werder Brema, Tottenham e Twente). Più fortunata è stata la Roma (Bayern, Basilea e Cluj).
L’Europa League invece vede passare il turno delle 3 squadre di questa fase: Juventus, Palermo e Napoli.

Se ci si limitasse a questo i tifosi dovrebbero essere solamente contenti. Così non è però! Le voci di mercato, le aspettative disattese e le speranze fanno alzare ancora di più il mercurio nel termometro.

I più tranquilli sono proprio i campioni d’Italia (squadra che vince non si cambia), che dopo aver fatto sbarcare Balotelli a Manchester sembrano voler rimandare Burdisso alla Roma ed andare cauti su Kuyt e Mascherano. D’altronde fanno già paura così e integrando qualche buon giovane sarebbero completi.

Dall’altra parte di Milano c’è l’ormai solita telenovela estiva. Quest’anno è toccato a Ibrahimovic. Corteggiamenti, messaggi d’amore, notizie, smentite. Il tutto si concluderà con una spesa folle che difficilmente sarà ricompensata.

Alla Juve si rumoreggia ancora su Diego, è forse stato un errore mandarlo via e, dopo aver abbandonato la strada Di Natale si aspetta Quagliarella mentre Trezeguet si dice abbia già in mano i biglietti per la Spagna. Probabile qualche altro colpo di scena come è stato per Krasic o Aquilani. Intanto le vecchie glorie (Del Piero) fanno ancora sognare e i cani bastonati (Felipe Melo) rialzano la testa tornando a mordere.

Sotto il Vesuvio intanto giocano a fare come la volpe con l’uva. Perso [quasi] Quagliarella si dice che Sosa e Cavani saranno tutt’altra storia. Sarà, ma quest’anno probabilmente le sfogliatelle le vedranno a Torino.

Giuseppe Guarino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: