Lascia un commento

Quando mi vieni a prendere – l’altro Ligabue

Quando mi vieni a prendereIl 23 gennaio 2009, un ventenne di Dendemorde, in Belgio, entrò in un asilo armato di coltello. Il ragazzo era truccato come Pierrot, o più probabilmente come Joker, il personaggio di Batman, dal quale era ossessionato; il nome dell’asilo era “Il paese delle favole”. Uccise una maestra e due bambini, ne ferì altri dodici.

Luciano Ligabue, famosissimo rocker emiliano, da anni sforna successi. Questo 2010 ha regalato al suo pubblico “Arrivederci, mostro!”, un nuovo disco d’inediti, che rappresenta una prospettiva sulle paure umane. Non poteva non essere un successo multiplatinato.

E’ in questo disco che il Liga inserisce una perla, distaccata dal suo classico genere e abbastanza inusuale. Il suo titolo è Quando mi vieni a prendere; il sottotitolo è: (Dendermonde, 23/01/09): dedicata alla tragedia della città belga. E’ una canzone molto lunga (più di sette minuti), che è permeata da atmosfere echeggianti, ma soprattutto -colpo di genio- narra la storia dal punto di vista di un bambino, in prima persona.

Luciano Ligabue

Luciano Ligabue

Un bambino che non vorrebbe andare a scuola ma che deve andare, un bambino che aspetta impaziente l’arrivo della mamma e che all’arrivo dell’Uomo nero crede che sia per punirlo d’un qualche suo dispetto. All’arrivo del ventenne il bambino, incosciente ed innocente, invoca sua madre: “ti chiedo scusa mamma se ti ho fatto un pò arrabbiare/ ma fai fermare tutto che ho capito la lezione”.
Finisce per non capire nemmeno l’uccisione della maestra, “è sdraiata, sta dormendo”, e vede tutto come un orrendo, enorme gioco. Arriverà a divenire ostaggio dell'”uomo nero” ma il tutto finisce senza ulteriori notizie sulla fine del protagonista della canzone che termina con il drammatico e commovente ritornello; il bambino, disperato, non ne può più e cerca sua madre:

“Quando mi vieni a prendere?
Dammi la tua parola.
Vieni un po’ prima
fammi una sorpresa.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: