Lascia un commento

Mozzarella di bufala. E il bufalo?

bufalottoIl mercato della Mozzarella di Bufala rappresenta uno dei fiori all’occhiello del Mezzogiorno. E’ l’orgoglio del Casertano, ma la sua produzione si estende ad alcune zone del Sannio, del Salernitano e del Napoletano, oltre che del basso Lazio e di una piccola parte della provincia di Foggia.

Perché allora parlare male di un prodotto ottimo, che piace e che fa girare l’economia?

Perché purtroppo le bufale vanno allevate e negli allevamenti c’è qualcosa di oscuro. Vi siete mai chiesti come mai di  bufale si parli sempre al femminile? E il bufalo maschio?

Sembra che l’opinione comune sia che il bufalo maschio faccia una vita da re, dedita solo all’accoppiamento. Ma così non è. D’altronde la bufala partorisce un piccolo per volta, al massimo due, ed al 50% dei casi questo è un inutile maschio. Il maschio è inutile perché la sua funzione si esaurisce proprio nell’accoppiamento, diventa soltanto un ulteriore peso sul groppone dell’allevatore, che dovrebbe farsi carico di tutte le spese per il suo mantenimento.

Le bufale vanno fatte accoppiare spesso perché alla nascita del piccolo producono più latte. Latte che dovrebbe essere destinato al bufalotto che, se di sesso maschile, viene allontanato dalla mamma, lasciato morire di fame o soppresso. Le carcasse vengono bruciate, sotterrate, abbandonate.

Non vengono neppure allevati per la carne, che ha poco seguito in Italia nonostante sia più sana di quella bovina (contiene una percentuale inferiore di grasso, dato che nei bufali il grasso viene depositato al di fuori del tessuto muscolare). I maschi diventano quindi inconvenienti anche da allevare per la carne: a parità di peso con un bovino la quantità di scarto è maggiore. Sono quindi pochi gli allevatori che osano.

Molti invece si disfanno dei bufalotti, un pò come succede per i pulcini maschi nelle industrie delle uova, e i cadaveri si vedono abbandonati nelle campagne.

Un mal costume dai risvolti macabri che rende triste un settore produttivo che potrebbe davvero rappresentare il meglio della Campania.

Giuseppe Guarino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: