Lascia un commento

Sudisti e federalisti

Stefano Caldoro

Stefano Caldoro (PdL), Presidente della Regione Campania

Facciamo un passo indietro, ad un mesetto fa. Si era in pieno periodo post-elezioni ed un certo Stefano Caldoro, neoletto presidente della regione Campania, si lanciò in una serie di dichiarazioni in un”intervista a “Il Mattino” del 12 aprile. Si dichiarò sudista e federalista. Niente di strano, se non fosse che, allo stato attuale queste due espressioni contrastino fortemente tra loro. E poi i sudisti, di solito, sono contro i nordisti, non vi collaborano apertamente né vi si calano le braghe davanti. Ma dimenticavo siamo in Italia, anzi, in Campania, e si può affermare tutto ed il contrario di tutto.

E’ un interessante spunto di riflessione quella frase di Caldoro, consideriamo però alcuni dati di fatto. Può essere sudista un uomo che è relatore di quella che è poi diventata la Legge n.1\2009, di riforma dell’Università? Questa legge (firmata Silvio Berlusconi e Maria Stella Gelmini) introduce nient’altro che un sistema, per carità quasi giusto, di meritocrazia, con finanziamenti volti a sostenere l’attività di studio degli studenti capaci e meritevoli. E’ quel quasi che guasta però. Ok, gli studenti capaci e meritevoli saranno sostenuti, ma le assunzioni di nuovo personale sono quantomeno bloccate! Quindi, i cari studenti capaci e meritevoli, se volessero essere assunti, magari come ricercatori nell’Università stessa dalla quale provengono, si vedrebbero chiusa un’ulteriore porta in faccia. E al di fuori degli atenei le ricerche di lavoro non andrebbero meglio. E’ un forte blocco per tutta la ricerca italiana, ma soprattutto per gli studenti meridionali, è una forte privazione d’una possibilità (seppur precaria o instabile) professionale, poiché ogni ateneo tende a stringere la cinghia e, siccome nelle università del Sud ci sono solo studenti del Sud e in quelle del Nord, di solito, ci sono studenti provenienti da tutto il Paese, la situazione è tragica per chi si trova nel Mezzogiorno.

E’ ovvio che, anche in questo caso, ha prevalso l’ottica federalista: ognuno deve darsi da fare con le proprie mani. Ognuno deve farsi da sé. Quindi non ci stupiamo di possibili sorprese ora che Caldoro è diventato il Presidente della Regione Campania. Il federalismo in Italia porterebbe allo sbaraglio metà del paese e, ricordiamoci, che Campania e Calabria sono ormai roccaforti del centrodestra e dei sostenitori  di questo federalismo, ma quanti elettori di Pdl & co. in realtà ne sanno qualcosa? Quanti sanno delle conseguenze che potrebbe avere il federalismo sul Sud Italia? Quanto il federalismo potrebbe influire sull’affermazione maggiore delle forze criminali come punti di riferimento? Laddove lo Stato manca si creano i sostituti opportuni e le organizzazioni mafiose sanno esserlo.

Bisognerebbe far davvero il “salto di qualità” annunciato da Caldoro, “organizzare il Sud secondo una visione strategica”. Ma il Meridione rischia di vedersi tolte queste belle speranze da chi, alleato con i suoi governanti, sventola il fazzoletto col sole delle Alpi e si accinge a diventare padrone assoluto dell’intero paese. E i nostri governanti, purtroppo, si faranno sopraffare. In nome di un legittimo Governo del Supermercato: “Io aiuto te, tu aiuti me”. Per ora Caldoro non ha portato altro che critiche al Governo Bassolino e promesse d’una migliore sanità, di rilancio del mondo del lavoro, d’uno sviluppo che appare qualcosa di lontano ed astratto. Nel frattempo nei palazzi dei suoi amici che stanno a Roma (ma che la denigrano), si lavora perché queste migliorie non avvengano mai.

E intanto Carmine Crocco già parla di sguinzagliare il fucile contro i nuovi invasori dalla camicia verde. Ad un federalismo bisognerebbere rispondere con una secessione: non risolverebbe alcun problema ma, almeno, ci toglierebbe un bel peso e ci ridarebbe piena forza.

Giuseppe Guarino

pubblicato su SannioWeek il 18/05/2010, rubrica “Carta Bianca”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: