2 commenti

Il senso d’un’Italia intera

ItaliEsponenti leghisti che deprecano contro l’Unità d’Italia ce ne sono, che sputano contro il tricolore. Sputano è soltanto un eufemismo, perché gli esponenti leghisti in questi anni ci hanno abituato a ben peggio.

I 150 anni dell’Unità d’Italia, dicono loro, non sono un evento da festeggiare. Ma tra loro non ci sono anche alcuni di quelli che hanno giurato fedeltà all’Italia nel 2008, con la formazione del governo? Strane cose succedono nei palazzi del potere. Strane cose succedono tra quei leader che hanno un forte radicamento sul territorio, quei leader che dicono di essere espressione della gente “vera”.

Parliamo un pò di Leghismo, di Federalismo, di Stato Centralista. Il federalismo significherebbe “ad ognuno il suo”, significherebbe che ogni regione dovrebbe sopravvivere soprattutto grazie ai propri mezzi. Significherebbe politiche differenziate nei vari ambiti come Istruzione e Sanità. Significherebbe distruggere lo sviluppo di una parte del Paese per mancanza di soldi. Nel caso specifico: i ricchi sempre più ricchi, i poveri a rotolare nella propria miseria.

Non siamo nel momento storico perché ciò possa farsi. Proprio non ci siamo. Ma, si sa, si spera nel miracolo e si crede nelle promesse. Quelle di Bossi: “Non si può continuare così perché con questo andazzo rischiamo di finire male, come un’altra Grecia ma di grandi dimensioni e con esiti disastrosi per tutti, bisogna dare delle regole che faranno bene sia al Nord che al Sud: il Nord smetterebbe di pagare e il Sud di buttare via i soldi”. Ma buttare soldi che non si hanno è quantomeno impossibile. Così facendo si tarberebbero le ali a migliaia di giovani che studiano al Sud, nella propria terra, dandogli un motivo in più per scappare all’estero. Sarebbe un incentivo allo sviluppo, può essere, ma molto più probabilmente è un incentivo alla precarietà, al lavoro nero e alla disoccupazione. Della serie: tornate al lavoro nei campi, fate quello per cui siete stati creati.

L’anniversario dell’Unità d’Italia potrebbe, perciò, essere uno strumento di condivisone: un sentirci, finalmente, fratelli e cominciare ad aiutarci, sul serio, l’un l’altro.

Questo sarebbe il senso dell’Italia intera: ancora da costruire dopo 150 anni.

Giuseppe Guarino

Annunci

2 commenti su “Il senso d’un’Italia intera

  1. L’Italia non esiste, fatevene una ragione italatri.

    Lombardia Libera

    • Piccolo appunto:
      L’Italia esiste dal 1861. Quindi c’è e non si può dire che non esista.
      Per il resto sono da rispettare le richieste autonomiste, ma bisogna tener conto che sono pressoché esilaranti le richieste di Lombardia Libera come quelle di Sicilia Autonoma. Il vostro capro espiatorio è affermare che i vostri guai sono causati dall’Unità d’Italia, vi sentite proprietari d’una terra. La terra è un dono per ogni essere umano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: